Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Borse di studio per giovani pianisti: torna il concorso “Città di Grosseto”

GROSSETO – È tutto pronto per la quarta edizione del concorso pianistico giovanile Città di Grosseto: sabato 5 e domenica 6 maggio, nell’auditorium Carlo Cavalieri dell’Istituto musicale comunale “Palmiero Giannetti” e al Teatro degli Industri, si terranno le esibizioni del concorso aperto a tutti i giovani pianisti della provincia.

Organizzato da Fondazione Grosseto Cultura, dalla Fondazione rotariana Carlo Berliri Zoppi e dalla Fondazione Elisabetta e Clemente Fiorilli, in collaborazione con il Comune di Grosseto, il concorso mette in palio delle borse di studio donate dalla Fondazione Fiorilli. «Abbiamo voluto un concorso che valorizzasse i talenti del territorio – commenta il direttore artistico Antonio Di Cristofano – così da incoraggiare i giovani allo studio della musica, in particolare del pianoforte. La Maremma è una terra fertile, piena di talenti: è compito delle istituzioni creare le condizioni affinché si possano sviluppare. Questo concorso, come moltissime altre iniziative, dà l’opportunità ai nostri giovani musicisti di esibirsi davanti a un pubblico e a una giuria d’eccezione e, allo stesso tempo, finanziare i propri studi».

Saranno tre i maestri chiamati a giudicare i partecipanti al concorso: Antonio Rodriguez Losada, Paolo Francese e Edoardo Bruni. La giuria potrà assegnare ai vincitori dei concerti premio, in particolare la possibilità di esibirsi in uno dei concerti serali del Premio internazionale Scriabin a febbraio 2019. Il concorso è aperto a tutti i pianisti fino ai 18 anni residenti nella provincia di Grosseto. La domanda d’iscrizione al concorso dovrà essere inviata via mail all’indirizzo premioscriabin@gmail.com entro sabato 21 aprile.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.