Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alessandro Giannattasio e Timofey Zhbankov sul gradino più alto del podio nella prima Pasquavela Offshore

Più informazioni su

MONTE ARGENTARIO – Si è conclusa con alto gradimento dei partecipanti la 1° Pasquavela Offshore, su un percorso di circa 80 miglia intorno alle isole dell’Argentario, organizzata dallo Yacht Club Santo Stefano, dove in ORC Alessandro Giannattasio su Super G ha dominato la classifica davanti a Filiberto Gioia su Javal 2 e a Fabrizio Caprioli su Costellation. In IRC è stato Timofey Zhbankov su Rossko a guidare la flotta , seguito da Alessandro Giannattasio su Super G e da Filiberto Gioia su Javal 2.

Per Marco Poma, direttore sportivo dello Yacht Club Santo Stefano “ per essere una prima edizione e considerando il calendario molto affollato, sono sodisfatto del risultato ottenuto con la Pasquavela Offshore. È stato certamente un buon inizio per il TAT 2018. I feedback ricevuti dai partecipanti, in merito all’organizzazione ed al percorso scelto dal Comitato di Regata (Porto Santo Stefano – Formiche di Grosseto – Giglio – Giannutri – Formiche di Burano – Porto Santo Stefano) sono stati molto positivi, e questo ci carica di energia ed entusiasmo per la prossima edizione”.

I vincitori della Pasquavela Offshore hanno già portato a casa punti importanti ai fini della classifica per l’assegnazione del Trofeo Arcipelago Toscano (ORC) e del Trofeo delle Isole (IRC) secondo il regolamento TAT 2018 (https://www.trofeoarcipelagotoscano.org/regolamento).

“Mancano poco più di 10 giorni per la regata Lunga del Circolo Canottieri Aniene. La Lunga Bolina – Trofeo BMW fa parte del circuito del campionato Italiano offshore e, edizione dopo edizione, è diventata sempre più una regata irrinunciabile per gli armatori che concorrono alla conquista del prestigioso titolo. La regata di circa 140 miglia si svolgerà tra Riva di Traiano ( Civitavecchia) , le isole del Giglio , Giannutri , Montecristo e le Formiche di Grosseto, con passaggi a Porto Santo Stefano e rientro a Riva di Traiano” dice Alessandro Rinaldi mentre il numero delle iscrizioni è già molto alto, con un notevole ingresso di nuovi partecipanti pronti a prendere il via il 20 Aprile.

Contemporaneamente una flotta di 20 monotipi della Classe Este24 affronterà la Coastal Race di circa 55 miglia, divisa in due giorni tra la costiera dell’Alto Lazio da Riva di Traiano a Porto Ercole ed il periplo dell’Argentario da Porto Ercole fino a Porto Santo Stefano.

Sempre attivo l’interesse dei partecipanti per l’iniziativa di Marevivo: anche alla partenza de la Lunga Bolina gli iscritti riceveranno da Nicola Granati, delegato nazionale Marevivo, le istruzioni per il premio “Occhio al Mare!”. Grazie all’APP Divisione Vela Marevivo, disponibile gratuitamente per IOS e Android, è molto semplice segnalare gli avvistamenti in mare, siano questi gli splendidi abitanti del mare, siano plastiche e rifiuti. Tutti i dati rilevati verranno utilizzati per indagini scientifiche sullo stato dei nostri mari.

Senza lasciar raffreddare le vele dopo La Lunga Bolina, l’appuntamento con il TAT è il 27 Aprile con la Coppa Regina Paesi Bassi, a Cala Galera dove CNVA il organizza la 41° edizione di questa regata dalla lunga storia.

TAT Informazioni e Regolamento su : http://www.trofeoarcipelagotoscano.org .

Per contattare l’ufficio regate TAT : raceoffice@trofeoarcipelagotoscano.org .

Le regate del TAT:

Regata 1 : “Pasquavela Offshore” ( 7/8 aprile 2018 ) Yacht Club Santo Stefano – costituita da un percorso di

circa 80 miglia tra le isole dell’Arcipelago Toscano con partenza ed arrivo a Porto Santo Stefano; http://www.ycss.it/files_regata/bdr%20pv%20offshore%202018_28_28_2.pdf

Regata 2 : “La Lunga Bolina” ( 20/22 aprile 2018 ) Circolo Canottieri Aniene – 1892 , costituita da un percorso di circa 135 miglia , da Riva di Traiano , Formiche di Grosseto, Porto Santo Stefano, Isola del Giglio, Giannutri, Riva di Traiano o da altri percorsi nell’ambito della stessa area di mare tra le isole dell’ Argentario e Riva di Traiano. Valevole altresì come regata del Campionato Italiano Offshore; www.lalungabolina.it/

Regata 3 : Regina dei Paesi Bassi (27/29 aprile 2018 ) Circolo Nautico e della Vela Argentario , costituita da un percorso di circa 116 miglia , da Porto Ercole ,Talamone , Formiche di Grosseto , Isola di Montecristo, Isola di Giannutri , Porto Ercole. La regata è valida ai fini del punteggio del Trofeo Armatore dell’Anno – UVAI. www.cnva.it

Regata 4 : 151 Miglia ( 31 maggio / 2 giugno 2018 ) Yacht Club Punta Ala e Yacht Club Repubblica Marinara di Pisa , costituito da un percorso di circa 151 miglia , da Livorno, Marina di Pisa , Giraglia, Isola d’Elba, Formiche di Grosseto , Isola dello Sparviero , Punta Ala . Valevole altresì come regata del Campionato Italiano Offshore; http://151miglia.it/

L’organizzazione del Trofeo Arcipelago Toscano è affidata al Circolo Canottieri Aniene, al Circolo Nautico e della Vela Argentario, allo Yacht Club Santo Stefano, allo Yacht Club Punta Ala e lo Yacht Club Repubblica Marinara di Pisa nelle persone di Alessandro Rinaldi, Claudio Boccia, Piero Chiozzi, Alessandro Masini e Roberto Lacorte che operano su questo progetto con la Federazione Italiana Vela e l’Unione Vela Altura Italiana, e con il Patrocinio della Regione Toscana, del Comune di Monte Argentario e della Camera di Commercio di Grosseto, ed il supporto dell’Associazione ambientalista Marevivo e della Fondazione Rossini

Il Trofeo Arcipelago Toscano e il Trofeo delle Isole, sono la massima espressione della produzione di eccellenza del territorio

Dove nascono i nostri Trofei : E’ dalla tradizione e dalla innovazione di Franchi Umberto Marmi, leader del settore apprezzata in tutto il mondo, che nascono il Trofeo Arcipelago Toscano e il Trofeo delle Isole. Trofei che Bernarda e Alberto Franchi hanno voluto donare per rappresentando l’amore verso le cave, e quello che hanno per la vela e la loro terra, la Toscana. L’azienda è fortemente impegnata a promuovere l’immagine della città di Carrara e della Toscana, la bellezza delle cave di marmo, luoghi nei quali ci si sente piccoli per riscoprire la grandezza del proprio essere in rapporto alla natura e alla creatività umana. In azienda come in barca a vela si dà valore al team che è in continua innovazione e formazione esperenziale, dove business, come i successi nella vela, nascono dalla collaborazione fra una squadra di persone. Questi Trofei realizzati in marmo contribuiranno a rappresentare il Trofeo Arcipelago Toscano nel mondo.

Chi li ha realizzati : Dell’artista Giuseppe Venuta, dall’esperienza di Ga-design, e da Nino Pompili sono scaturiti due Trofei di inopinabile pregio il Trofeo Arcipelago Toscano, in un blocco puro di marmo statuario di Carrara, perfetto, senza impurità, dove in un gioco le vele in acciaio si stagliano incrociano le più grandi con la più piccola; il Trofeo delle Isole in barbiglio riesce a riprodurre le sfumature del mare rendendo l’opera quasi viva e naturalmente più coinvolgente. Entrambi i materiali utilizzato, lo statuario e il barbiglio sono due tra i materiali più pregiati provenienti da Carrara, unici al mondo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.