Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Santa Fiora “Passa la banda”: ospite dal Friuli Venezia Giulia la banda di Sappada

Sabato 14 aprile, alle 21 e 15, concerto al teatro Camilleri e domenica 15 aprile, ore 10, raduno bandistico per le vie del paese con le bande di Santa Fiora, Orbetello e Sappada

Più informazioni su

SANTA FIORA – A Santa Fiora, questo fine settimana, si terrà la quarta edizione di: “A Primavera…Passa la banda”, una festa della musica dedicata alle formazioni bandistiche, organizzata dalla Filarmonica Gioberto Pozzi di Santa Fiora, in collaborazione con la Pro loco e il Comune.

Ospite, dal Friuli Venezia Giulia, si esibirà a Santa Fiora la banda Plodar Plech Musich di Sappada, paese montano di cultura germanofona, in provincia di Udine, Bandiera Arancione proprio come Santa Fiora.

L’appuntamento è sabato 14 aprile, alle 21 e 15, al teatro Andrea Camilleri  con il concerto della banda di Sappada, composta da 30 giovanissimi elementi, diretti dal maestro Rodolfo De Rigo Cromaro, che eseguiranno i brani della tradizione popolare, dopo un breve intervento della Filarmonica Gioberto Pozzi.

La festa prosegue domenica 15 aprile, alle 10, con il raduno bandistico che farà, tra l’altro, da cornice al ritorno a Santa Fiora del Reliquiario delle Sante Flora e Lucila. Alle bande di Santa Fiora e Sappada si unirà la banda “Città di Orbetello”, diretta dal maestro Davide Vallini.

Le 3 formazioni sfileranno per le vie di Santa Fiora con itinerari diversi, fino a convergere in piazza Garibaldi, dove si “sfideranno” alternandosi nella esecuzione di brani della tradizione bandistica, in attesa delle autorità religiose. Alle 12 e 30 la manifestazione si concluderà con un concerto finale in piazza Garibaldi.

Plodar Plech Musich è la nuova banda di Sappada, fondata nel 2015, per riportare in vita dopo 60 anni di assenza una tradizione bandistica risalente alla fine dell’800 e interrotta negli anni 50/60  dall’emigrazione. Il repertorio musicale proposto, con marce, polka e valzer, viene attinto dalla vasta e ricca tradizione bandistica tedesca.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.