Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Posta a giorni alterni. Parte a settembre, ecco come sarà

Più informazioni su

CAPALBIO. Si è svolto questa mattina nella sala consiliare l’incontro tra il sindaco Luigi Bellumori, il responsabile della comunicazione di Poste Italiane per la Toscana e l’Umbria Paolo Pinzani e Andrea Costi e la Responsabile del Recapito Provinciale Laura Innocenti.

«Si è trattato di un primo incontro dal clima abbastanza incandescente   – ha spiegato Bellumori – in cui ho rappresentato le preoccupazioni principali di Capalbio  e di tutto il territorio di fronte al progetto di posta a giorni alterni. I vertici di Poste  attraverso i due rappresentanti si son detti disponibili ad altri incontri per entrare nel merito della questione pur ribadendo che intanto il piano sarà messo in atto. I territori periferici rappresentano gli spazi nei quali Poste Italiane incrementa i propri depositi, e sono i primi ad essere disattenzionate – onestamente poco mi è interessato sapere che a Prato ed Arezzo e nei territori provinciali la posta è già consegnata a giorni alterni”.   Per il dott. Pinzani Poste Italiane, attua gli indirizzi  della Delibera n. 395/15/CONSnello specifico, la consegna degli invii postali sarà effettuata a giorni lavorativi alterni, dal lunedì al venerdì su base bisettimanale (lunedì, mercoledì e venerdì in una settimana – martedì e giovedì in quella successiva). Su Capalbio la consegna degli invii postali con il nuovo sistema partirà dal mese di settembre 2018 fase successiva ad una riorganizzazione del personale addetto al servizio di portalettere. Attualmente in servizio a Capalbio ne risulterebbero tre.

La raccolta degli invii dalle cassette di impostazione sarà effettuata con la medesima frequenza sopra indicata, mentre restano invariate le attività di raccolta presso gli uffici postali.

Per Poste Italiane il nuovo modello di recapito non avrà alcun impatto sugli esiti di consegna dei prodotti universali ad eccezione della posta prioritaria (ridenominata “Posta1″).

Per quest’ultima, gli obiettivi di velocità varieranno da 1 ( J+1) a 3 (J+3) giorni lavorativi, oltre quello di accettazione, a seconda della zona di raccolta/destinazione secondo il seguente schema riassuntivo:

Raccolta Consegna – Zona quotidiana* Consegna – Zona alterna*
Zona quotidiana 1 giorno (J+1) 2 giorni (J+2)
Zona alterna 2 giorni (J+2) 3 giorni (J+3)

Conclude il Sindaco Bellumori che peraltro ha ricevuto garanzie sul permanere e sul potenziamento dei tre uffici postali (Capalbio – Capalbio Scalo e Borgo Carige) “Occorre mettere in piedi un confronto urgente cui possano partecipare tutti i sindaci dell’area, e quelli delle Colline Metallifere assieme ai vertici di Poste Italiane. Facciamo quotidianamente un gran lavoro a tutti i livelli per ridurre il gap infrastrutturale rispetto alle aree più urbanizzate e decisioni di questo genere che si sommano ad altre su altri settori rischiano di concorrere a vanificare i nostri sforzi. Per noi, la tenuta dei servizi sui territori è fondamentale».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.