Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Agenti immobiliari abuisivi anche a Grosseto: «Ci vuole la linea dura, segnalate»

Fimaa Confcommercio invita a fare le segnalazioni per contrastare il fenomeno. Il sindacato di categoria pronto a dare battaglia contro chi intasca le provvigioni dalle compravendite senza averne titolo

Più informazioni su

GROSSETO –  Linea dura contro gli abusivi delle trattative immobiliari. Il sindacato Fimaa Confcommercio Grosseto annuncia la “tolleranza zero” nei confronti dei mediatori abusivi.

Dopo quanto successo in provincia di Livorno, dove sono state denunciate quattro persone per aver intascato provvigioni senza avere alcun titolo, gli occhi sono puntati adesso su Grosseto.

“Purtroppo anche nella nostra provincia questo fenomeno è molto, troppo, diffuso – spiega Luciano Bianchi (nella foto), presidente Fimaa, Federazione italiana Mediatori Agenti d’Affari, Confcommercio Grosseto – tra chi opera ‘in nero’ e chi invece lavora in un altro campo, ma oggi abbiamo gli strumenti giusti per poterlo contrastare e magari fermare. Noi come sindacato ci muoveremo per difendere i nostri interessi di categoria professionale, che significa anche tutelare i consumatori nonché tutti i cittadini italiani, perché l’abusivismo riduce di 750 milioni di euro all’anno, secondo stime ufficiali, il gettito fiscale dello Stato”.
Gli strumenti di cui parla Bianchi sono le nuove norme entrate in vigore lo scorso mese, grazie alle quali svolgere attività professionale in mancanza dei titolo prescritti dalla Legge comporta conseguenze decisamente gravi, norme che sono state promulgate soprattutto allo scopo di fornire chiarezza e trasparenza al mercato.

La legge numero 3 dell’11 gennaio 2018, infatti, non solo è andata ad inasprire le sanzioni per gli “abusivi”, ma ha fatto anche scattare il regime penale già dalla seconda infrazione.
Inoltre, sempre recentemente, la legge di bilancio 2018 ha introdotto una sanzione pecuniaria, oltre alla sospensione dell’attività, nel caso in cui si operi nel settore delle compravendite immobiliari senza la polizza assicurativa obbligatoria.

Si tratta di misure attese da tempo, sollecitate lungamente da Fimaa e dal sistema Confcommercio Imprese per l’Italia.

“Invitiamo chi è alle prese con la compravendita di immobili a rivolgersi solo ed esclusivamente a professionisti abilitati – conclude Bianchi – e soprattutto lanciamo un appello affinché i cittadini segnalino gli agenti immobiliari abusivi alle autorità competenti, anche in caso di dubbio. Oppure si possono rivolgere direttamente alla nostra segreteria Fimaa Confcommercio. È ora di dire basta alla tolleranza verso chi non rispetta le regole”.

Per maggiori informazioni, è possibile contattare la segreteria del sindacato al numero 0564-470111.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.