Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Trappole, Ministero dell’ambiente: «Gli ibridi sono cani randagi, non sono nostra competenza»

Più informazioni su

ROMA – Il Ministero dell’Ambiente non ha autorizzato trappole per lupi quelle previste, infatti, secondo l’Ispra (l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) «hanno probabilità pressoché nulle di catturare un lupo».

«La questione è sorta dopo che – ricorda la nota -, la regione Toscana, a seguito della richiesta del sindaco di Porto Ercole, ha richiesto il 13 marzo l’autorizzazione a catturare i cani randagi che stanno creando allarme nel centro di Porto Ercole, prevedendo l’immediato rilascio di lupi che finissero nelle trappole».

«Il 26 marzo – continua il Ministero -, l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (Ispra) ha rilasciato parere favorevole. Il Ministero non si è espresso sulla questione perché la cattura dei cani randagi non è soggetta ad autorizzazione ministeriale. Non è comunque prevista la cattura di lupi – continua – a meno di casi fortuiti in cui gli individui verranno immediatamente rilasciati, eventualità già espressamente prevista nella lettera della Regione Toscana. Oggi il Ministero ha trasmesso alla Regione Toscana e al Comune di Monte Argentario una lettera in cui si evidenzia che ‘la fattispecie sottoposta all’esame’, cioè i cani randagi, ‘non è soggetta ad autorizzazione’ da parte del Ministero».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.