Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pasqua in arrivo, si celebra la Passione

Più informazioni su

GROSSETO – Venerdì Santo si celebra il mistero della croce gloriosa di Cristo. In tutte le chiese gli altari sono spogli, le immagini velate, non ci sono Messe, perché si tiene la celebrazione della passione.

Alle 8.30 il Vescovo presiede, in Cattedrale, il canto dell’Ufficio e delle Lodi con i canonici del Capitolo. Alle 17, sempre in Duomo, presiede la liturgia della Passione, che si compone di tre momenti: la proclamazione della passione secondo Giovanni, l’ostensione l’adorazione della croce e la comunione eucaristica. All’interno di questa liturgia anche la suggestiva preghiera universale per la Chiesa, il Papa, gli Ordini sacri e i fedeli, per i catecumeni, per l’unità dei cristiani, per gli ebrei, per i non cristiani, per coloro che non credono in Dio, per i governanti, per i tribolati. Il Vescovo, entrando in silenzio, si prostrerà a terra davanti all’altare.
Celebrazioni della Passione in tutte le parrocchie. A Grosseto: ore 15 al Cottolengo, ore 17 a san Giuseppe e SS.Crocifisso; alle 18 a santa Lucia, Sacro Cuore, Addolorata, Santa Famiglia e Beata Madre Teresa; alle 18.30 a san Francesco.

Alle 21 dalla Cattedrale muoverà la processione di Gesù morto, che attraverserà piazza Duomo, via Manin, porta Corsica, via Gramsci, via Ximenes, via Manetti, via Saturnia, via Depretis, viale Matteotti, piazza Rosselli, via Fallaci, corso Carducci per terminare di nuovo in Cattedrale.
A Castiglione della Pescaia alle 21 Via Crucis per le vie del borgo medievale con partenza dalla chiesa della Madonna del Giglio.

Il venerdì santo è, infine, tradizionalmente indicato come Giornata per le opere di Terra Santa. In tutte le chiese si tiene la “collecta pro Terra Sancta”, occasione propizia per i fedeli per essere uno con i cristiani che vivono nei luoghi della salvezza e del Medio Oriente, da dove il grido di migliaia di persone che sono prive di tutto, continua a giungere fino a noi. La colletta nasce dalla volontà dei Papi di mantenere forte il legame tra tutti i cristiani del mondo e i Luoghi Santi. La Custodia di Terra Santa, che quest’anno compie 800 anni, attraverso la colletta può sostenere e portare avanti l’importante missione a cui è chiamata: custodire i Luoghi Santi e favorire la presenza cristiana attraverso tante attività di solidarietà. Nel 2017 sono stati raccolte offerte pari a oltre 1, 4 milioni di euro, distribuiti per varie opere: dal sostegno alla formazione di seminaristi, sacerdoti e suore, al mantenimento dei colleghi, delle scuole, della Bethlehem University, fino al sostegno – da parte della Congregazione per le Chiese orientali – alle comunità di Gerusalemme, Giordania, Iraq, Libano, Turchia, Iran, Egitto, Etipia, Eritrea.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.