Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La “prima” di Quanto basta a Aurelia Antica Multisala con Falaschi

Giovedì 5 aprile proiezione con il regista e attori grossetani del cast. Biglietti in prevendita

Più informazioni su

GROSSETO – Giovedì 5 aprile esce in tutta Italia “Quanto basta”, il nuovo film del regista grossetano Francesco Falaschi. E lo stesso giorno la “prima” sarà sugli schermi di Aurelia Antica Multisala con una giornata-evento: tre proiezioni (alle 18, alle 20 e alle 22) con l’introduzione del regista Falaschi, presente in sala, che per l’occasione sarà accompagnato dagli attori grossetani che hanno recitato nel film, così come da alcuni allievi della Scuola di cinema di Grosseto, diretta proprio da Falaschi.

I biglietti sono già in prevendita sul sito internet www.aureliaanticamultisala.it, con la possibilità di scegliere il posto e l’ora. “Quanto basta”, scritto da Falaschi con i co-sceneggiatori Filippo Bologna, Ugo Chiti e Federico Sperindei, è la storia di Arturo, talentuoso cuoco non più sulla cresta dell’onda e con qualche problema di controllo dell’aggressività, che incontra Guido, mite giovane aspirante cuoco con la sindrome di Asperger. E quando Arturo si ritrova costretto ad accompagnare Guido a un talent culinario, tra i due nasce un rapporto di amicizia e di fratellanza che cambierà i destini di entrambi. Nel cast Vinicio Marchioni, Luigi Fedele, Valeria Solarino, Benedetta Porcaroli, Alessandro Haber e Nicola Siri. In più, gli attori attori grossetani Lorenzo Scribani, Tanita Spang, Silvia Ferraro, Giuseppe Di Maggio e Vincenzo Levante.

«Quanto basta – dice il regista Francesco Falaschi, al quarto film dopo Emma sono io (2003), Last minute Marocco (2007) e Questo mondo è per te (2011) – è più un film sull’amicizia che sulla cucina, ma è davanti al cibo che Arturo e Guido trovano il loro punto d’incontro: sono rigorosi fino all’intransigenza. Arturo tratta Guido senza filtri, senza pietismo e in modo istintivo, alla pari, talvolta sbagliando. Ma di fronte alla neurodiversità, che non è inferiorità, del ragazzo, Arturo tende a poco a poco a mutare il proprio comportamento e a ridefinirsi come persona. Questo è un film sull’amicizia tra persone differenti e la ricerca di una seconda chance nella vita. È un film di personaggi, che non ha paura delle emozioni e dei sentimenti positivi. Fin dall’inizio è stato decisivo il ruolo degli attori, straordinari per la loro preparazione e per la generosità che hanno dimostrato sul set». Appuntamento con la prima di “Quanto basta” giovedì 5 aprile al cinema Aurelia Antica Multisala di Grosseto.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.