Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Approvato il bilancio di previsione. Ecco le linee generali e le opere in programma

MASSA MARITTIMA – Approvato ieri in seduta consiliare il Bilancio di Previsione 2018-2020 del Comune. Queste le linee principali: via libera alle opere pubbliche con vari interventi di manutenzione a Prata e Tatti e il rifacimento della piazzetta di Valpiana antistante la Chiesa, in programma nel corso del 2018.

Per quest’anno prevista anche una manutenzione straordinaria della parte storica del cimitero del capoluogo e la sistemazione dell’area ex Agraria con la seconda tranche delle opere di urbanizzazione, strada e sottoservizi, nella parte rimanente dopo il primo step di lavori ovvero quella compresa tra via della Manganella e via dei Chiassarelli, finanziata con la fideiussione escussa dalla ditta inadempiente. Progetto prioritario è poi l’efficientamento energetico degli impianti della piscina comunale in modo da poter riavviare il servizio da settembre- ottobre 2018: dopo aver ottenuto l’immobile in comodato dalla Provincia, impossibilitata al momento a realizzare i lavori, il Comune ha presentato un progetto per l’accesso ai finanziamenti di un Bando regionale sull’efficientamento energetico di edifici pubblici.

“Si tratterebbe di un importo di 200.000 Euro – ha spiegato l’assessore Maurizio Giovannetti– di cui 20.000 provenienti dal Comune e 20.000 dalla Provincia con la previsione nel caso in cui il progetto non riesca ad aggiudicarsi le risorse esterne, di utilizzare i 40.000 Euro dell’ente provinciale e di quello comunale per istallare caldaie a condensazione ad alta resa, che permettano di riaprire ugualmente la piscina per la prossima stagione invernale, in modo da dare risposta ai circa 300 utenti dell’impianto”. Concorrerà per l’ottenimento di finanziamenti esterni anche un progetto per migliorare la resa in termini energetici dell’edificio di via Corridoni che ospita il Telecentro, dove verrà trasferito il Museo di arte e storia delle miniere. Si baseranno sulla logica del project financing invece l’intervento di sostituzione di tutte le lampade del territorio del Comune con nuove luci a LED a basso consumo e l’istallazione di un sistema di videosorveglianza nell’area artigianale di Valpiana.

Infine sulla sicurezza, un piano presentato tramite l’Unione di Comuni prevede la collocazione di videocamere nel capoluogo. Altri aspetti del bilancio riguarderanno i tributi che resteranno invariati, con un lieve ritocco intorno all’1-2% della TARI dovuto ad un ricalcolo da parte dell’ATO per la partenza del servizio di raccolta differenziata porta a porta previsto per maggio. Un consistente ribasso di circa il 10% era del resto stato ottenuto lo scorso anno grazie agli obiettivi raggiunti. Saranno anche implementati i servizi di spazzamento e lavaggio delle strade. Dal punto di vista delle entrate continua la politica di recupero crediti, contro l’evasione dei tributi, con possibilità di rateizzazione dei pagamenti. Previsti poi in Bilancio: l’alienazione di alcuni immobili e terreni comunali inutilizzati, l’affidamento della gestione dei parcheggi a pagamento con parcometro, i cui introiti saranno destinati ad investimenti sul turismo e sulla gestione museale.

E’ stata intanto saldata la seconda rata da pagare per la questione di Porta al Salnitro “che non ha inciso sul bilancio- ha spiegato il sindaco – in quanto si trattava di risorse già accantonate per far fronte all’eventuale sentenza poi arrivata. Abbiamo cercato di improntare questo mandato legislativo sulla responsabilità- ha proseguito il sindaco- perché sapevamo di avere davanti questioni difficili da gestire. Sapevamo che chiunque fosse arrivato a governare il Comune le avrebbe dovute far proprie e cercare di risolvere, così abbiamo accantonato per sicurezza le risorse necessarie risparmiando senza gravare sui servizi ai cittadini e senza incrementare le tariffe dei tributi. Anziché realizzare grandi opere, senza poi poter far fronte alla manutenzione delle stesse, abbiamo cercato di realizzare interventi anche piccoli, ma che dessero risposte puntuali ai cittadini e che, come avevamo previsto nel mandato, fossero puntate sul decoro urbano, utile biglietto da visita per l’accoglienza turistica e incentivo rivolto ai cittadini per una riappropriazione del paese e delle frazioni e una maggiore affezione e frequentazione collettiva degli spazi comuni. Continueremo così anche in questo bilancio e fino alla scadenza del mandato”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.