Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sindaco taglia bollette: cala la tassa sui rifiuti. Ecco tutte le riduzioni

GROSSETO – Nuovo taglio ai tributi comunali a tutto vantaggio dei cittadini privati e dell’imprenditoria locale.

“Abbassare il carico fiscale era ed è la nostra priorità. Già lo scorso anno a pochi mesi dal nostro insediamento avevamo portato un’importante riduzione a una serie di aliquote – spiega il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna –, ma non ci siamo fermati qui. Il nostro programma prevede infatti una graduale e costante diminuzione spalmata negli anni. Ecco quindi che anche per l’esercizio 2018 è il segno meno quello che caratterizzerà alcuni tributi, a partire dalla Tari. La riduzione, sommata a quella dell 2007, arriva infatti fino all’11 per cento sulla bolletta. Il nuovo Bilancio di previsione conferma quindi la riduzione della pressione fiscale non solo per quanto riguarda la Tari, ma anche per l’imposta sul suolo pubblico, oltre che altre agevolazioni e incentivi per le ristrutturazioni in tutto il territorio comunale a favore del mondo economico e dei cittadini in generale. Tra i capisaldi del documento di programmazione economica e finanziaria una importante azione di risanamento e consolidamento dei conti rispetto ai debiti accumulati negli anni”.

“Sulla Tari i risultati sono frutto di un lavoro di squadra; da un lato l’impegno dell’ufficio Ambiente mirato a un’oculata ottimizzazione delle spese, al taglio di evidenti sprechi e all’efficientamento del servizio. Questa attività ha portato già nel 2017 a un abbattimento della spesa sul servizio raccota rifiuti e pulizia delle strade pari a 1 milione di euro, mentre per quest’anno ha garantito un altro milione e 200mila euro di risparmi – spiega l’assessore al Bilancio e ai Tributi, Giacomo Cerboni -. Dall’altro lato, il lavoro del servizio Tributi per la modulazione delle aliquote a sostegno delle famiglie secondo gli impegni presi con la città e le organizzazioni sindacali provinciali. Con la formulazione delle nuove tariffe Tari si completa la manovra tributaria del 2018 e ancora una volta si mantiene il trend della scontistica per il quale ci eravamo impegnati da subito. E mentre un anno fa abbiamo voluto dare un segnale al mondo della piccola e media impresa, quest’anno pur prevedendo anche per queste categorie un ulteriore abbattimento dei costi Tari, abbiamo previsto una riduzione ancora più importante per le utenze domestiche”.
TARI
Il segno meno anche per il 2018 interesserà tutte le utenze: domestiche e non domestiche, con una ulteriore riduzione media, rispetto al 2017, del 6,3 per cento.
Per una cosiddetta ‘famiglia tipo’ la riduzione negli ultimi 18 mesi sarà dell’11 per cento, mentre per le attività imprenditoriali sarà dell’8 per cento rispetto al 2017 e tra il 13 e il 18 per cento dal 2016

TOSAP [permanente]
Confermata la riduzione del 5% per tutte le attività di somministrazione e commercio su tutto il territorio Comune

TOSAP [temporanea per attività edilizia]
Confermata la riduzione scaglionata a seconda della superficie occupata fino al 60 per cento (quando si superano i 150 metri quadrati) su tutto il territorio comunale

AFFISSIONI
Confermata l’esenzione totale per i primi sei mesi di attività a vantaggio delle Start up che nascono nell’anno in corso

CENTRO STORICO
Previste tariffazioni agevolate in via sperimentale per alune aree come: piazza della Palma, piazza Caduti di Nassiriya e piazza San Francesco che rientreranno nella fascia con la tariffa più bassa delle quattro previste per le tariffe relative alla Tosap, alla Pubblicità e affissioni e per i Passi carrabili

Imu e Tasi
Rimangono invariate le aliquote, bloccate per il quarto anno consecutivo da precise disposizioni governative

Previsti investimenti sul sistema dei servizi all’infanzia per i quali sono stati incrementati i fondi di oltre 50mila euro e anche nel settore delle Politiche sociali, dove si è mantenuto lo stanziamento a fronte di una importante riduzione dei fondi regionali erogati nel passato.
Nonostante alcune criticità legate ai mancati introiti sulle somme dovute dai contribuenti, sono state programmate per l’anno in corso nuove assunzioni soprattutto nel settore della sicurezza, del decoro urbano e della programmazione, e comunque a garanzia del mantenimento di un buon livello dei vari servizi offerti al cittadino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.