Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nuovi sentieri, oltre 100 turisti alla scoperta dell’Amiata

CASTEL DEL PIANO – Domenica 25 Marzo, in occasione della presentazione dei nuovi sentieri dei Comuni di Castel del Piano e di Roccalbegna, si è svolta la “Traversata di Primavera” con grande successo di partecipanti e più del doppio di richieste di partecipazione oltre il numero consentito.

“L’evento – illustra Stefania Colombini, Assessore Turismo di Castel del Piano – è nato dall’esigenza di cominciare a far conoscere il risultato di un lavoro di programmazione, ricognizione e installazione segnaletica dei percorsi di sentieristica che uniscono il Territorio Amiatino. Un tassello del progetto “Destinazione Amiata”, che ha visto negli ultimi 2 anni un cambiamento di mentalità, il superamento dei limiti comunali e provinciali e che guarda all’Amiata come ad una vera, reale e unica destinazione”.

Nonostante il tempo non ancora primaverile e il cambio di orario, oltre cento persone hanno affrontato il non facile percorso di 16 Km a piedi e di 65km in bicicletta, scoprendo e ammirando lo spettacolo che la Natura offre nell’Amiata “Una sinergia del Territorio – prosegue Colombini – che, partendo da Castel del Piano, ha portato i partecipanti al Parco Faunistico e al Monte Labro nel Comune di Arcidosso per terminare con la presentazione dei nuovi sentieri dell’Amiata a Roccalbegna”.

“E’ stato un vero giorno di festa – dice l’assessore – risultato del lavoro coordinato da Michele Arezzini Tecnico qualificato guida Ambientale con le tre Amministrazioni coinvolte, Arcidosso, Castel del Piano e Roccalbegna, dalle rispettive Pro Loco, dalla Strada del Vino e dei Sapori dell’Amiata, il Consorzio dell’Olio D.O.P di Seggiano, l’associazione della Castagna I.G.P del Monte Amiata, che hanno fornito parte dei prodotti degustati dai partecipanti e delle aziende locali d’eccellenza che hanno saputo cogliere l’occasione per far conoscere i loro prodotti e con la partecipazione del Consorzio Forestale dell’Amiata”.

“La presenza di partecipanti – conclude Colombini – venuti da altri territori toscani, arrivati il giorno prima e che hanno soggiornato nel nostro territorio ci conforta del lavoro intrapreso e ci fa guardare in avanti con uno spirito positivo, con una rete sentieristica del Monte Amiata e una nuova cartina “Amiata Trails Nework” in italiano e in inglese che è finalmente uno stimolo e una “motivazione” di viaggio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.