Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Mascagni: «Provvedimento contro le slot doveva essere fatto nei primi 100 giorni di governo. Un’altra promessa disattesa»

GROSSETO – «Un’altra promessa elettorale dell’amministrazione Vivarelli Colonna viene platealmente disattesa». Lo affermano, dopo il consiglio comunale di oggi, Lorenzo Mascagni (PD) Carlo De Martis (Lista Mascagni), Manuele Bartalucci (PD) Marilena Del Santo (Lista Mascagni), Ciro Cirillo (PD), Marco Di Giacopo (PD), Catuscia Scoccati (PD).

«Era il 1 giugno 2016 quando l’allora candidato sindaco lanciò l’iniziativa 10-100, ovvero i 10 progetti da realizzare nei primi 100 giorni di mandato. Uno di questi progetti riguardava gli esercizi no slot e recitava testualmente: “Il gioco d’azzardo è ormai un’emergenza sociale. E’ per questo che uno tra i primi impegni sarà quello di combattere questa piaga, agevolando chi smantella e bandisce le slot e le altre macchinette mangiasoldi dai propri locali attraverso l’abbattimento della fiscalità comunale e la concessione di bonus economici”».

«L’occasione per passare dalle parole ai fatti si è presentata oggi in consiglio comunale in occasione dell’approvazione del regolamento sul gioco lecito, lodevolmente portato in discussione dell’assessore Ginanneschi mutuandolo dal Comune di Prato.
Infatti con un apposito emendamento, abbiamo proposto di valutare la possibilità di introdurre incentivi fiscali e bonus economici in favore dei cosiddetti esercizi no slot, sulla scorta di analoghe soluzioni adottate da altri comuni anche in Toscana.
Purtroppo il sindaco ha dato indicazione alla sua maggioranza di votar contro questa proposta preferendo disattendere una propria promessa elettorale piuttosto che votare con le opposizioni che in maniera compatta hanno sostenuto  l’emendamento.
Dispiace – conclude l’opposizione -, perché su un tema così delicato –  che colpisce soprattutto le fasce più deboli della popolazione – un segno di compattezza ed unità da parte dei rappresentanti di tutte le forze politiche cittadine sarebbe stato ampiamente auspicabile».

Inviato da smartphone Samsung Galaxy.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.