Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ripresa: dall’urbanistico tre milioni e mezzo di euro nelle casse del Comune. «Ottimo segnale»

GROSSETO – Nelle casse comunali nel 2017 sono entrati 3.548.301,89 euro (+53,7% rispetto al 2014) legati all’urbanistica. Un dato positivo che l’Amministrazione comunale coglie come un ottimo segnale di speranza per il futuro.

E anche l’indice che le politiche attuate dall’Amministrazione comunale stanno dando i frutti sperati. “Lentamente – dice il sindaco di Grosseto Antonfrancesco Vivarelli Colonna – nonostante la crisi dell’edilizia sia ancora presente e resti uno degli aspetti su cui lavorare, la cifra è aumentata e si iniziano a vedere i primi spiragli. Nel 2016 si parlava di 3.222.923”. Nei 3.548.301,89 euro rientrano i diritti per le concessioni edilizie, sanzioni amministrative per abusi edilizi, urbanizzazioni primarie, costi di costruzione, le urbanizzazioni secondarie e le oblazioni per abusi edilizi in zone di tutela ambientale.

“Dai numeri arriva un primo riscontro importante – spiega Rossi -: le varianti al Regolamento urbanistico che abbiamo messo in atto sono servite a dare una prima risposta concreta al territorio. Allo stesso tempo è andata avanti anche la fase di confronto con le associazioni di categoria e i professionisti del settore. Abbiamo intenzione di continuare su questa strada anche nei prossimi anni, così che un settore messo in ginocchio dalla congiuntura economica possa tornare ai numeri del passato: intanto siamo a un +53,7% rispetto al 2014”. Al contempo sono aumentati anche i controlli sul territorio per far fronte agli abusi edilizi e ai cantieri non autorizzati. Perché è giusto tutelare le aziende e i professionisti che lavorano in regola.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.