Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

In gita tra musei e monumenti d’Italia con la Fondazione Grosseto Cultura

GROSSETO – Quattro itinerari già fissati, dalla Toscana all’Umbria, dall’Emilia Romagna al Lazio, e altri in arrivo. È il programma delle gite proposto da Fondazione Grosseto Cultura, un progetto realizzato in collaborazione con il socio aderente Infinito Viaggi.

Un’iniziativa che già in passato aveva riscosso grande successo e che ora Fondazione Grosseto Cultura ripropone. Si comincia sabato 14 e domenica 15 aprile con Bologna: il programma della gita prevede la visita alla città medievale, poi alle mostre “Revolutija: da Chagall a Malevich, da Repin a Kandinsky” al museo MAMbo e “The Wall Exhibition” a Palazzo Belloni e infine una tappa al parco agroalimentare Fico Eataly World. Domenica 13 maggio invece tutti a Firenze per ammirare gli scavi del teatro romano sotto Palazzo Vecchio e per visitare la mostra “Nascita di una nazione: tra Guttuso, Fontana e Schifano” a Palazzo Strozzi. La tappa successiva sarà a Tivoli, domenica 16 settembre: visita a Villa Adriana e a Villa d’Este. Domenica 7 ottobre, invece, gita a Città di Castello: visita a Fondazione Burri, a Palazzo Albizzini e agli ex seccatoi del tabacco, e al borgo. Ma non è finita, perché a novembre è in programma un altro week-end (sabato e domenica) a Milano o a Torino.

Tutte le gite prevedono la partenza da Grosseto in pullman e sono proposte a prezzi particolarmente convenienti per i soci di Fondazione Grosseto Cultura: per informazioni è possibile rivolgersi a Infinito Viaggi in via Telamonio 40 a Grosseto (telefono 0564.496588).

«L’idea – dice Giovanni Tombari, presidente di Fondazione Grosseto Cultura – è quella di proporre una serie di visite guidate e gite che offrano a chi partecipa la possibilità di apprezzare nella stessa giornata più proposte artistico culturali, riferite a periodi d’interesse storico diversi tra loro. L’osservazione di linguaggi artistici e stilistici cronologicamente distanti stimola una riflessione di fondo, ovvero che l’arte vada sempre intesa come espressione della società che la produce, come esito visibile e tangibile della realtà, della cultura, della politica e del “gusto” di ogni comunità.Per questo Fondazione Grosseto Cultura, con il nostro socio aderente Infinito Viaggi, ha messo a punto un programma di gite che riteniamo particolarmente interessanti e anche convenienti, soprattutto per i soci di Fondazione: ci auguriamo una grande partecipazione».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.