Sanità, Vanni attacca «Liste di attesa insostenibili. Desideri si è dimenticato di noi»

SORANO – Pierandrea Vanni, vice sindaco di Sorano e assessore con delega alla salute, risponde al direttore Desideri rispetto alle rassicurazioni sui tagli in sanità, considerandole insufficienti “Le rassicurazioni del direttore generale e dei collaboratori non rassicurano – taglia corto – per il semplice motivo che si tratta solo di generiche e non nuove dichiarazioni di buona volontà”.

A preoccupare Vanni è particolarmente il silenzio della Asl in merito alla carenza di personale “Nessuna risposta viene data dai vertici della Usl, per esempio, sulla carenza di almeno un cardiologo e un chirurgo all’ospedale di Orbetello – sottolinea – Non ci sono tagli di personale? E allora perché non si sostituisce il personale mancante?”

Altro problema riguarda le liste di attesa, su cui Asl aveva preso precisi impegni con gli stessi sindaci “Alcune settimane fa – racconta Vanni – la direttrice sanitaria ha assicurato alla conferenza dei sindaci della zona sud un forte impegno per affrontare il problema delle liste di attesa. A quanto risulta per l’ambulatorio di ortopedia non sono accettate prenotazioni, per un doppler bisogna attendere settembre e per un ecg agosto, per un’ecografia luglio, per un controllo di remautologia ci vogliono sei-sette mesi. In attesa dell’annunciato Agorà, si troverà il modo per fare davvero qualcosa?”

“Il direttore generale – conclude il vice sindaco – citando gli amministratori che hanno segnalato problemi e disagi si è dimenticato del sindaco di Sorano che dieci giorni fa ha scritto a lui e alla direttrice sanitaria senza avere risposta. Certo avendo a che fare con un’Usl così grande può capitare di dimenticarsi di un Comune”.

Commenti