Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Scotto: «Lupi scorrazzano liberi nei centri abitati e Cerulli non fa nulla» E sulla Cirio e sul mercato…

Più informazioni su

MONTE ARGENTARIO – «Fino a poco tempo fa erano solo scorribande di cinghiali nei centri abitati, da qualche settimana invece, incredibilmente, si parla di lupi». A parlare è Luigi Scotto, candidato sindaco per “Argentario il progetto”.

«Per i cinghiali diciamo “solo” perché, nonostante anche queste scorribande potessero costituire pericolo per i cittadini, il pericolo era sicuramente contenuto. Non ci risulta, comunque, alcuna azione fatta da parte di questa amministrazione per contenere questa fenomeno. Ora si parla di lupi. Lupi all’Argentario, lupi che scorrazzano nei centri abitati o dentro ristoranti chiusi, lupi con gatti in bocca che corrono per le vie dei paesi. Spaventati, forse pericolosi».

«Non me ne vorranno i difensori della tesi che questi lupi o ibridi non sono pericolosi, non è mia intenzione fare polemica – prosegue Scotto -. Con loro peraltro condivido l’idea che siano animali che hanno paura di noi quanto noi di loro. Non riesco però a credere che questi  lupi che girano indisturbati per l’Argentario non costituiscano un potenziale pericolo. Io che amavo come tanti, a volte, fare lunghe passeggiate in Feniglia, adesso con mia figlia di dieci mesi in Feniglia a passeggiare non ci andrei davvero».

«Il silenzio assordante dell’amministrazione Cerulli sull’argomento è davvero disarmante. Unica iniziativa, vietare di dare da mangiare ai gatti delle colonie feline. Spero davvero che nei prossimi giorni non ci troveremo a commentare che un bambino è stato attaccato da un lupo spaventato. Spaventato ma evidentemente pericoloso. Senza dimenticare l’impatto negativo che queste notizie possono avere sul turismo della zona. Aspettiamo soluzioni per i cinghiali e, ancor di più, per i lupi».

«Una riflessione sulla presentazione del progetto per la ex Cirio a Porto Ercole – prosegue Scotto -. Bello, davvero. Magari, dopo così tanti anni, quel posto diventasse, finalmente, un volano per il lavoro e l’economia. Quello che però ho sentito alla presentazione è che in realtà è stato fatto un solo passaggio tecnico, l’approvazione della variante in comune. Rimangono quindi da fare ancora moltissimi passaggi e vanno ottenuti moltissimi pareri. In pratica la presentazione di un rendering, di un sogno. Sicuramente per ora un efficace spot elettorale per l’attuale amministrazione. Per quanto mi riguarda, se dovessi vincere le elezioni, farò di tutto perché il progetto si realizzi».

«Concludo comunicando una bella notizia agli abitanti di Porto Santo Stefano che abitano nella zona del campo sportivo. Abbiamo definitivamente appurato, con il gruppo di “Argentario: il Progetto”, che è possibile, persino facile, spostare il mercato del martedì all’interno dell’ex aeronautica militare. Ci sono gli spazi sufficienti per farlo, ed anche in tempi rapidi. Si libereranno, per quella mattina, dai 200 ai 250 posti auto, con beneficio sia del mercato stesso che di chi vive in quella zona, in più gli abitanti dei palazzi intorno non dovranno più vivere il disordine che il mercato lascia ogni volta. Senza dimenticare le giornate ventose nelle quali, anche dopo il passaggio degli operatori ecologici, nell’area rimane un disordine intollerabile. Se vinceremo le prossime elezioni comunali sarà una delle primissime cose che faremo». Conclude.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.