Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Via libera alle opere pubbliche per 340 mila euro. Ecco tutti i lavori che partiranno a breve

Più informazioni su

 

GAVORRANO – In totale sono oltre 340 mila euro che l’amministrazione comunale investirà nel territorio per finanziare 9 progetti già cantierabili che partiranno a breve. Si tratta di interventi attesi da tempo che riguardano tutto il territorio del Comune, frazioni comprese.

«L’impegno – spiega l’assessore Daniele Tonini – che in questi anni abbiamo profuso come amministrazione nel mandato amministrativo, finalmente dà i primi frutti, l’avanzo di amministrazione oggi lo possiamo dedicare alle opere pubbliche, secondo un piano che abbiamo provveduto ad approvare in base alle priorità che gli uffici ed i cittadini hanno evidenziato».

Nel dettaglio questi sono gli interventi in programma: realizzazione dei loculi al cimitero di Bagno di Gavorrano (170 mila euro), il ripristino della segnaletica orizzontale e verticale nelle frazioni (43 mila euro), il recupero di piazza del Popolo a Giuncarico (18 mila euro), adeguamento pubblica illuminazione a Potassa, Caldana e Bagno (25 mila euro), consolidamento solai scuola media (35 mila euro), adeguamento barriere architettoniche in municipio e in altri edifici pubblici (37 mila euro), barriera paramssi in via Turati a Gavorrano (5.500 euro), griglia stradale a Bivio Ravi (5.000 euro), griglia stradale Giuncarico (3.000 euro).

«Oltre a quanto sopra riportato – spiega ancora Tonini –, si comunica che è stato affidato il lavoro per l’installazione del nuovo semaforo di Bagno per 13.500 euro. A questo va aggiunto l’ampliamento di casa Maiani, siamo in attesa del nulla osta della soprintendenza per procedere con il progetto esecutivo. Prossimamente verrà comunicato la seconda parte delle opere pubbliche finanziate con i residui dei mutui contratti in passato e con l’avanzo di amministrazione 2017 e le alienazioni del patrimonio che si dovrebbero concretizzare nel 2018. Appare comunque evidente che dovrà essere considerata prioritaria l’individuazione di una soluzione che porti alla ricostituzione del parco auto andato distrutto, ciò inciderà nel nuovo piano investimenti».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.