Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

#Elezioni2018, Marras: «Ho perso. La mia candidatura, in questo disastro, non ha affatto sfondato»

GROSSETO – «Ho perso. La mia candidatura, in questo disastro, non ha affatto sfondato». Leonardo Marras, candidato del centrosinistra, esce sconfitto dalla sfida elettorale contro il centrodestra e contro Mario Lolini e affida a facebook il suo commento e le sue riflessioni sul voto.

«Il Partito Democratico – scrive Marras – ha perso le elezioni politiche. Il dato è omogeneo in tutta Italia. Tutta la sinistra è in grandissima difficoltà. E’ il Movimento 5 Stelle a interpretare la rappresentanza dei più deboli e la speranza di cambiamento. Questo dato è inesorabile anche in Toscana dove reggiamo solo in quelle aree più dinamiche in cui economia e lavoro hanno già ripreso a crescere. Un dato davvero molto severo. E a Grosseto e provincia, siamo sempre più indietro. La sconfitta ha dimensioni davvero significative e non ci sono appelli».

«Io ho perso. La mia candidatura, in questo disastro, non ha affatto sfondato. In realtà gli italiani, e i maremmani non hanno fatto eccezione, hanno preferito esprimersi sui partiti, cioè sul dato politico, e non sui candidati uninominali. E anche da noi, Lega e M5S veleggiano anche nei Comuni più tradizionalmente di sinistra. Immigrazione, fisco e sicurezza, ancora scarse prospettive per il lavoro sono argomenti su cui l’azione di governo è stata importante ma non affascinante come le semplificazioni dei messaggi degli altri, che ora dovranno governare l’Italia».

«In ogni caso, quando c’è un’elezione personalizzata, meriti o colpe, sono dei singoli e io mi prendo tutte le mie responsabilità. Credo di aver dato tutto quello che potevo con generosità e disponibilità massima, accettando la sfida e combattendo lealmente fino in fondo. Non sono pochi i voti personali arrivati che però costituiscono solo una piccola consolazione. E’ eletto nettamente Mario Lolini, uomo esperto, al quale vanno le mie felicitazioni e la disponibilità a collaborare sul piano istituzionale ogni qual volta ce ne sarà la necessità».

«Ringrazio tutti i militanti e i volontari del Partito Democratico e delle altre liste che mi hanno accompagnato in questa campagna elettorale, i miei collaboratori e tutti i sostenitori che hanno reso comunque bello questo sprint. Mi permetto soltanto, in ultimo, di ricordare l’opera di Luca Sani che ha saputo in questi anni portare in alto la nostra bandiera e contemporaneamente aiutare l’agroalimentare italiano a consolidare il suo carattere di qualità e la sua propensione internazionale».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.