Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

#Elezioni2018: urne aperte, si vota fino alle 23. Ecco il vademecum sul voto fotogallery segui la diretta

Più informazioni su

GROSSETO – Urne aperte da questa mattina alle 7 per le elezioni politiche in Italia. Per accompagnare gli elettori al seggio abbiamo realizzato una guida al voto con una serie di informazioni utili, i fac simile delle schede, i simboli dei partiti presenti alla competizione elettorale, i candidati nei collegi uninominali di Camera e Senato e in quelli plurinominali che interessano la provincia di Grosseto.

Quando si vota – Si vota domenica 4 marzo dalle 7 alle 23. Alla chiusura dei seggi inizieranno le operazioni di spoglio delle schede. Prima saranno scrutinate le schede del Senato e poi quelle della Camera. IlGiunco.net seguirà con una lunga maratona in diretta lo spoglio: SEGUI LA DIRETTA CLICCA QUI. Per votare è necessario presentarsi al seggio in possesso di un documento d’identità valido e della tessera elettorale. Ricordiamo che per chi avesse esaurito gli spazi della tessera elettorale e avesse smarrito la tessera può richiederla anche nel giorno di domenica all’ufficio elettorale del proprio Comune.

Come si vota – Il Rosatellum, la legge elettorale con la quale gli italiani voteranno, prevede una parte maggioritaria con il territorio del Paese diviso in collegi uninominali e una parte proporzionale. Anche le schede per votare ricalcano questo schema misto. Si vota tracciando una croce, con la matita copiativa fornita dal seggio, sul nome del candidato all’uninominale o del partito scelto. Un voto per la Camera (dai 18 anni) e uno per il Senato (dai 25 anni). La scheda per la Camera è rosa, quella per il Senato gialla. Se si barra il simbolo, si vota la lista e anche il candidato all’uninominale collegato. Se si mette la croce sul nome del candidato all’uninominale, il voto passa anche alla lista. Se ci sono più liste nella coalizione la ripartizione avviene in proporzione ai voti ottenuti da ciascun partito nel collegio. Si possono anche barrare nome del candidato e simbolo del partito, ma questo non cambia nulla nella ripartizione dei voti. Non bisogna scegliere uno dei candidati del listino che è bloccato, sono eletti in ordine di presentazione in base ai voti ottenuti. Non è previsto il voto disgiunto pena l’annullamento della scheda.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.