Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Opposizione: «La maggioranza ha “ibernato” i progetti per le Mura: scompaiono Cavellerizza e illuminazione»

GROSSETO – «Il gelo di questi giorni deve essere arrivato anche dentro il comune, visto che l’ultimo consiglio comunale ha praticamente ibernato i principali progetti che fin dal lontano 2016 l’amministrazione Vivarelli Colonna aveva ripetutamente annunciato per le Mura». Lo affermano i consiglieri comunali Carlo De Martis (Lista Mascagni), Lorenzo Mascagni (PD), Catuscia Scoccati (PD), Manuele Bartalucci (PD), Ciro Cirillo (PD), Marco Di Giacopo (PD), Marilena Del Santo (Lista Mascagni).

«Scorrendo gli atti approvati dalla maggioranza di centrodestra – dal bilancio previsionale al programma delle opere pubbliche – apprendiamo che per l’ennesima volta slitta l’illuminazione delle Mura. Ci viene detto che a primavera (forse) una variazione di bilancio permetterà di reperire le risorse, e così nel 2019 (forse) qualche lampadina finalmente si accenderà. Il forse è d’obbligo, anche perché stiamo assistendo ad un film già visto. Anche nel gennaio 2017 sindaco e vicesindaco avevano annunciato alla città che l’illuminazione era cosa fatta e nel giro di quattro mesi i lavori sarebbero stati appaltati. Peccato che dopo tante chiacchiere siamo nuovamente al palo».

«Ma ciò che forse è peggio, è che quando un giorno avremo la luce ci sarà ben poco da illuminare – prosegue la nota dell’opposizione -. Se infatti l’illuminazione si allontana, il recupero del bastione della Cavallerizza scompare completamente dai radar. Lo scorso ottobre la giunta aveva approvato un interessante progetto di ristrutturazione che, predisponendo il bastione per spettacoli ed eventi anche ‘low-cost’, avrebbe consentito di intervenire sul versante della messa in sicurezza del patrimonio storico, ma anche su quello della lotta al degrado sociale che, come tutti sanno, proprio alla Cavallerizza raggiunge il massimo della sua criticità per lo stato di abbandono in cui versa l’area. Quel progetto oggi è stato rimesso dentro i cassetti, e nessuno sa quando (e soprattutto se) ne tornerà mai fuori».

«Ben vengano allora gli investimenti di 950.000 euro per il recupero dell’ex Garibaldi e di 1.400.000 euro per il recupero dell’ex Casa dello Studente, ma tra le priorità di questa amministrazione avremmo voluto vedere anche il recupero della Cavallerizza: altrettanto se non più importante, certamente più economico (192.000 euro), e capace di innescare un meccanismo virtuoso di rilancio del centro storico. Avremmo voluto anche vedere qualche risorsa in più per l’Istituzione Le Mura, sulla quale il sindaco ha scaricato l’onore, ma soprattutto l’onere di gestire e valorizzare il monumento più importante della città, mettendo tuttavia a disposizione una cifra annuale di appena 40.000 euro, quasi metà della quale incomprensibilmente ‘mangiata’ da consulenze esterne per la contabilità ordinaria. A maggior ragione troviamo encomiabile il lavoro fin qui svolto dal personale del comune assegnato all’Istituzione Le Mura, così come dai componenti del CdA, che nonostante la scarsità di risorse stanno sobbarcandosi un lavoro immane. E mentre le Mura vengono abbandonate, il sindaco e la sua maggioranza trascorrono gli ultimi giorni di campagna elettorale ad invocare l’esercito e ad annunciare quanto di buono e grandioso avrebbero realizzato per il centro storico, sciorinando un elenco di cifre strampalate in cui troviamo eventi realizzati da associazioni private senza alcuna spesa per l’amministrazione, piuttosto che iniziative che nulla hanno a che vedere con il centro storico. Speriamo che questo lungo inverno finisca presto.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.