Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Opposizione: «Bilancio deludente: meno di 2 milioni per nuove opere. Si va avanti con risorse del passato»

GROSSETO – «Deludente il bilancio preventivo licenziato dall’amministrazione, in particolare per quanto riguarda le somme stanziate per finanziare le opere pubbliche». Lo affermano i consiglieri comunali di opposizione Lorenzo Mascagni (PD), Carlo De Martis (Lista Mascagni), Manuele Bartalucci (PD) Marilena del Santo (Lista Mascagni), Ciro Cirillo (PD), Marco Di Giacopo (PD), Catuscia Scoccati (PD).

«Tra le pieghe del piano triennale approvato insieme al bilancio, emerge infatti che l’amministrazione è in grado di investire solo € 1.840.000 per nuove opere; qualcosa in più della misera somma di € 1.492.000 (un record negativo) dello scorso anno, ma molto meno – per esempio – di quanto stanziato dalla vecchia amministrazione del 2015, ovvero € 2.877.000».

«Se non fosse per le risorse reperite in passato (ad esempio 2.000.000 ca. per finanziare il restyling di piazza della stazione) e per i fondi erogati da altri enti, ci sarebbe ben poca cosa – proseguono -. Basti pensare che le somme messe a disposizione dalla Regione per le nostre opere pubbliche ammontano – piano delle OOPP alla mano – a più del doppio di quelle stanziate dal Comune: ben € 4.325.000, di cui € 2.000.000 per la viabilità intorno all’ospedale, € 1.400.000 per la ristrutturazione della Casa dello studente ed € 854.000 per piazza della Stazione. Ben poche opere dunque si potrebbero mettere in cantiere se dovessimo fare affidamento sui soldi del bilancio previsionale approvato».

«Provvidenziali, allora, diventano i fondi del Governo stanziati, come per per tutti gli altri capoluoghi di provincia, anche per Grosseto grazie al bando periferie: € 10.000.000 (il più grande investimento proveniente dal Governo di cui si abbia memoria) che consentirà di realizzare importanti opere: collegamento ciclabile parco archeologico di Roselle / parco della Maremma, passando per la città; demolizione delle ex terme di Roselle, ecc».

«Da evidenziare poi le poche risorse per la manutenzione delle strade urbane (€ 400.000), anche qui al di sotto delle risorse stanziate ad esempio nel 2015 dalla precedente amministrazione (€ 700.000). Scarse anche le somme per la manutenzione delle scuole elementari che da 180.000 sono passate ad € 100.000. I numeri, come sempre, non mentono e smentiscono i toni trionfalistici dell’amministrazione. Viene il sospetto che le esternazioni sempre più sopra le righe del Sindaco di questi giorni siano il maldestro tentativo di nascondere gli scarsi risultati amministrativi ormai sempre più evidenti». Conclude.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.