Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il ministro Poletti: «Il politico bravo è quello che costruisce: abbiamo fatto ripartire l’Italia»

MONTE ARGENTARIO – Il ministro del lavoro e delle politiche sociali Giuliano Poletti ha visitato Monte Argentario. Poletti ha incontrato i cittadini dell’Argentario alla sala parrocchiale del Pozzarello.
Presenti all’incontro anche il segretario provinciale del Pd Gesuè Ariganello, il segretario dell’unione comunale di Monte Argentario Giuseppe Trombì e la candidata nel listino proporzionale alla camera Antonella Goretti.

«Dobbiamo essere coraggiosi. Tutti sono capaci a distruggere, ma chi è più bravo, il politico che distrugge tutto e riparte sempre da zero o chi è capace di costruire partendo da basi solide? Io dico che chi è davvero bravo deve saper costruire – continua Poletti – il voto di queste elezioni è fondamentale per dare una prospettiva futura al nostro progetto. Per vedere i suoi frutti a lungo termine. Il lavoro, la scuola e la tecnologia saranno i punti fermi su cui si baserà il nostro operato. Abbiamo trovato un’Italia in completa recessione, l’abbiamo fermata e adesso stiamo facendola ripartire; grazie ad ognuno di voi, se vinceremo, questo sarà possibile».

Della stessa idea il segretario provinciale Gesuè Ariganello «Abbiamo cercato di focalizzare la campagna sul parallelismo fra quello che è stato e quello che sarà, senza mai raccontare storie.
Nel nostro paese c’è bisogno di concretezza».

Presenti in sala molti cittadini, sia esponenti politici, sia liberi professionisti. Prima della chiusura c’è stato spazio anche per un intervento del candidato alle elezioni comunali di Monte Argentario Luigi Scotto «Questa sera rappresento il coordinamento nazionale Marittimi e non una componente politica. Voglio chiedere al ministro che, in caso di vittoria, possa dedicare la sua attenzione al problema dei Marittimi che sempre più spesso perdono il loro lavoro a causa di una politica che non li tutela».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.