Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Forza Italia difende le aziende balneari, Berardi «Escluderemo le spiagge dalla Bolkestein»

GROSSETO – Roberto Berardi è molto chiaro nell’esprimere la propria contrarietà e quella del partito che rappresenta alla direttiva Bolkestein, affermando che le attuali concessioni balneari devono rimanere a chi attualmente le detiene.

“La Bolkestein è un esempio dell’Europa che vogliamo cambiare – dice – le concessioni devono essere rinnovate per 75 anni e si deve dare a chi ha investito il diritto di prelazione. La direttiva Bolkestein è un chiaro esempio di come l’Europa proceda per principi astratti, ma quale gestore di stabilimenti balneari investirà se la sua concessione può essere revocata da un giorno all’altro a favore di un concorrente straniero, magari meno qualificato ma capace di offrire in una gara condizioni economiche migliori?”

La posizione di Forza Italia su questo delicato aspetto della direttiva Bolkestein è molto chiara: niente evidenze pubbliche sulle attuali concessioni balneari, che devono rimanere in capo a chi le detiene “Il mio partito, una volta al governo – prosegue Berardi – andrà a negoziare con l’Europa la non inerenza delle spiagge nella direttiva Bolkestein. Forza Italia propone di rinnovare le concessioni esistenti ai balneari italiani per 75 anni, come hanno già stabilito le norme approvate in Spagna e Portogallo, dando ai gestori uscenti il diritto di prelazione”.

“Non si capisce perché – conclude – i due Paesi iberici abbiano ottenuto il via libera dall’Europa per tutelare le loro aziende balneari e l’Italia no. Il governo di centrosinistra ha mostrato ancora una volta tutta la sua debolezza nei confronti della Comunità europea. In Toscana, il settore balneare conta 944 stabilimenti, 3mila addetti, 15 porti turistici, per un fatturato totale di circa 149 milioni di euro. È un comparto che genera ricchezza e occupazione, e Forza Italia lo difenderà”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.