Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Verso il voto, CasaPound punta sul Reddito nazionale di natalità: 500 euro al mese per figlio fino a 16 anni

GROSSETO – Calo demografico, Gino Tornusciolo: «L’italia ha bisogno di figli e con  CasaPound puntiamo sul  Reddito Nazionale di Natalità». Nasce da questa estrema esigenza la proposta  di CasaPound per sostenere le giovani famiglie italiane che decidono di fare figli.
«Il nostro paese – spiega Gino Tornusciolo, candidato alla Camera per CasaPound – sta subendo un progressivo calo demografico, sempre più marcato, come evidenziato  anche  dai recenti dati ISTAT;  stiamo registrando un calo record delle nascite ed un aumento dell’età media, mentre la percentuale degli stranieri è in continuo aumento. L’RNN  prevede un contributo di 500 euro al mese  dalla nascita fino al compimento dei 16 anni,è destinato ai bambini nati da genitori italiani di cui almeno uno nato italiano a sua volta».

«Secondo la proposta di legge, alla misura, che può essere applicata a non oltre 4 figli per coppia, non possono accedere famiglie in cui i genitori sono entrambi disoccupati, né chi vive in baracche, abitazioni mobili o non allacciate alla rete fognaria ed elettrica o in strutture ricettive alberghiere o assistenziali ad esclusione dei terremotati».

«È prioritario sostenere gli italiani che fanno figli con un contributo destinato direttamente ai bambini – spiega CPI – per questo parliamo di reddito nazionale di natalità e non di reddito di cittadinanza: agli adulti va dato un lavoro stabile e ben pagato, non certo la paghetta, mentre se non vogliamo finire sostituiti dalla feroce ondata migratoria che sta travolgendo l’Europa è doveroso dare una mano agli italiani che scelgono di mettere al mondo dei figli».

«Per quanto riguarda le risorse necessarie  non ci sono problemi di reperibilità; basta pensare che solo con i miliardi destinati alle banche il governo avrebbe potuto dare 500 euro al mese a quasi 200.000 nuovi italiani fino al diciottesimo anno di età, inoltre, sottolinea il movimento  “basta togliere soldi alle cooperative che continuano a lucrare sull’immigrazione. Infatti con la cifra  che costa allo Stato ogni immigrato in un centro d’accoglienza , si potrebbero sostenere due bambini italiani e, perfino, salvare con ciò che avanza  6 bambini stranieri in patria, se è vero, come sostiene la campagna di Save the children, che 9 euro al mese bastano a salvare 1 bambino africano con l’adozione a distanza».

«Si tratta di una proposta concreta, necessaria e lungimirante; gli italiani sono stanchi di una politica che pensa sempre prima agli altri, occorre sostenere le famiglie italiane e i loro bambini. È per questo che uno dei principali obbiettivi di CasaPound è far si che il Reddito nazionale di natalità diventi una legge dello Stato».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.