Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sicurezza, il centrodestra vuole il vigile di quartiere: «Vogliamo incontrare il prefetto»

Più informazioni su

FOLLONICA – «Il Comune di Follonica istituisca la figura del vigile di quartiere. Il centrodestra unito chiede al prefetto un nuovo incontro sulla sicurezza». A parlare sono i consiglieri di opposizione Sandro Marrini, Forza Italia, Agostino Ottaviani, Fratelli d’Italia, Daniele Pizzichi e Filippo Asta, Gruppo misto.

«L’emergenza sicurezza a Follonica si fa ancora sentire. Dopo l’ennesima serie di furti e scorribande ai danni delle attività commerciali, gli imprenditori sono sempre più esasperati. Per questo è opportuno che l’amministrazione comunale metta in campo azioni per tutelare i commercianti che, ormai da tempo, non si sentono più sicuri nella loro città. Si inizi da piccoli interventi che almeno facciano percepire agli esercenti la vicinanza delle istituzioni. Durante l’ultima riunione in municipio tra le associazioni di categoria e il sindaco Andrea Benini, richiesta dal presidente del Centro commerciale naturale Dolce Vita, Massimiliano Rossi, gli imprenditori del Golfo hanno espresso chiaramente le loro preoccupazioni: al di là degli ultimi episodi di criminalità che hanno interessato la città di Follonica, da tempo oramai i commercianti non si sentono tutelati, soprattutto al momento dell’apertura e della chiusura delle loro attività, quando vorrebbero poter alzare o abbassare le saracinesche senza dover temere ogni volta furti o rapine. Lo chiedono i commercianti di via Roma, così come quelli di Zona Nuova e di altri quartieri».

«Ripensiamo alla figura del vigile di quartiere: il municipio disponga, assieme al Comando della Polizia municipale, un piano affinché negli orari di apertura e chiusura delle attività, ci sia il passaggio di una pattuglia. Riportiamo i vigili urbani al servizio dei cittadini. Sarebbe un piccolo segnale di vicinanza nei confronti di chi si trova in difficoltà. La paura dei commercianti è comprensibile: non c’è solo la preoccupazione dei furti in sé, quanto dei danni che i malviventi possono arrecare alle attività. Il fatto che poi spesso i colpevoli tornino in libertà dopo poche ore esaspera al punto che in tanti dicono di volersi organizzare da soli per vigilare. Bene l’ampliamento del sistema di videosorveglianza e le telecamere agli accessi della città, così come è più che condivisibile la scelta di adottare anche a Follonica il dispositivo per leggere le targhe dei veicoli in ingresso e in uscita, come a Grosseto amministrato dal centrodestra. Encomiabile anche il lavoro della Compagnia dei carabinieri di Follonica. Ma non basta. I commercianti chiedono la presenza delle forze dell’ordine: allora partiamo dai vigili urbani, figure troppo spesso percepite come dedite a sanzionare e non a controllare, senza dimenticarci della possibilità di istituire a Follonica un Commissariato della Polizia di Stato, presente in molte città vicine. Inoltre chiediamo, così come hanno fatto le associazioni di categoria, di incontrare nuovamente il Prefetto di Grosseto: è necessario un nuovo confronto, dopo quello di alcuni mesi fa. Siamo vicini ai commercianti e pronti, insieme a loro, a fare tutto ciò che serve per incrementare la presenza delle forze dell’ordine sul nostro territorio».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.