Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’Isgrec cerca due volontari per il servizio civile: torna il progetto “Un faldone di bit”

Più informazioni su

GROSSETO – L’Istituto storico grossetano della Resistenza e dell’età contemporanea Onlus (ISGREC) cerca due nuovi volontari per il Servizio civile regionale. È stato infatti prorogato il progetto “Un faldone pieno di bit. Strumenti per un moderno approccio critico alla memoria”, che si propone di mettere a disposizione della cittadinanza strumenti utili a produrre una cultura storica e civile, facendo leva sulle innovazioni tecnologiche, nonché di incoraggiare nei giovani l’interesse per le professionalità legate ai beni culturali attraverso l’impiego di tecnologie.

Il bando, promosso dalla Regione Toscana nell’ambito di Giovanisì e finanziato dal POR FSE 2014/2020, è attivo fino al 2 marzo 2018 (ore 14:00).

Possono presentare la propria candidatura i giovani che, alla data di presentazione della domanda:

• siano regolarmente residenti o domiciliati in Toscana per motivi di studio propri o per motivi di studio o di lavoro di almeno uno dei genitori;

• siano in età compresa fra i 18 e 29 anni (compiuti);

• siano non occupati, disoccupati o studenti;

• siano in possesso di idoneità fisica;

• non abbiano riportato condanna penale anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo.

Può fare domanda chi sta frequentando un corso di studi di qualunque tipologia, anche se sono preferibili le discipline che hanno attinenza con il progetto che poi dovrà essere portato avanti.

Tutti i requisiti, ad eccezione del limite di età, devono essere mantenuti sino al termine del servizio.
Non possono presentare domanda coloro che abbiano già svolto o stiano svolgendo il servizio civile (regionale o nazionale) o che abbiano avuto nell’ultimo anno e per almeno sei mesi rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo con l’ente che realizza il progetto.

La domanda, corredata dal curriculum vitae (datato e firmato in forma autografa) e un documento di identità può essere presentata esclusivamente on-line, collegandosi al sito https://servizi.toscana.it/sis/DASC

È possibile compilare la domanda attraverso due modalità alternative:

1. collegandosi al https://servizi.toscana.it/sis/DASC  tramite carta sanitaria elettronica rilasciata da Regione Toscana (CNS) e un lettore smart card;

2. accedendo al https://servizi.toscana.it/sis/DASC senza carta sanitaria e seguendo le istruzioni per la compilazione.

Una volta inviata la domanda, il giovane riceverà, all’indirizzo di posta elettronica indicato in fase di presentazione della candidatura, una mail di conferma dell’invio della domanda e conseguente ricezione della stessa da parte dell’ente titolare del progetto selezionato.

Si può inviare la propria candidatura fino al 2 marzo 2018 (ore 14:00).

È utile ricordare che si può presentare domanda di partecipazione per un solo progetto di servizio civile tra i tanti finanziati nell’ambito di Giovanisì.

Una volta scaduto il bando, i giovani che hanno presentato domanda devono rivolgersi direttamente all’Isgrec per informazioni sulla tempistica delle selezioni e sui risultati delle stesse.

Nel sito dell’istituto (www.isgrec.it) è possibile prendere visione del progetto, della documentazione utile e dei contatti per avere assistenza nell’invio delle candidature.

Info: Isgrec | Via de’ Barberi, 61 | 58100 Grosseto | tel/fax 0564.415219 | www.isgrec.it | segreteria@isgrec.it

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.