Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Inaugurata la Bombonera fra gol ed emozione: al taglio del nastro il piccolo Alessandro Marras fotogallery

GROSSETO – Battesimo speciale per il rinnovato Bombonera, il palazzetto di via Lago di Varano. Nell’intervallo della partita del campionato nazionale di calcio a 5, serie A2, fra la locale Atlante e l’Olympus Roma la struttura grossetana è stata festeggiata con il classico taglio del nastro. Presenti il sindaco di Grosseto Vivarelli Colonna ed i presidenti delle due società sportive padrone di casa Atlante Grosseto e Grosseto Handball Iacopo Tonelli e Franco Miglianti ma a tagliare il nastro, come ad aver battuto il calcio d’inizio della gara, è stato il piccolo Alessandro Nicolò Marras, fratello di Maria Sole.

“Volevamo tornare a far vivere il palazzetto dello sport di via lago di Varano – hanno detto  Tonelli e Miglianti – Appartiene alla nostra storia sportiva ma anche alla storia della città di Grosseto, è un luogo simbolo di aggregazione e di crescita tra i giovani”. Le società si sono fatte carico di tutte le opere di messa a norma e di intervento sulla struttura: più di duecento mila euro per lavori di rifacimento della pavimentazione, del tetto, della rete fognaria circostante, delle tribune, delle porte esterne e della messa a norma dei servizi igienici anche per i disabili, per sei mesi di lavori.

“E’ un orgoglio per noi essere riusciti a raggiungere questo obiettivo – hanno concluso i presidenti – Non è stato facile, è stato uno sforzo economico notevole che ci siamo accollati per rendere agibile, fruibile e sicuro il palazzetto dello sport che ormai tutti conoscono come il pala Bombonera. Lo abbiamo fatto con grande amore e passione per questa città, per le nostre società sportive, i nostri ragazzi, le famiglie, gli appassionati che meritavano di avere di nuovo perfettamente funzionante il gioiellino dello sport di Grosseto”.

Subito positiva la risposta di pubblico del capoluogo maremmano, con le tribune affollate da famiglie e tifosi, ma capeggiava anche uno striscione dell’Us Grosseto intitolato ad un supporter scomparso. Sul parquet la gara è finita 3-3 fra emozioni, parate, tiri, dribbling e pali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.