Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bilancio, ancora scontro a Orbetello. Pd «Tempi non rispettati». Maggioranza «Non serviva alcun parere»

ORBETELLO – Nuovo Consiglio comunale a Orbetello per discutere del termine per l’approvazione dello schema di bilancio in giunta che era stato ritirato nel precedente consiglio comunale e che aveva causato una lunga discussione tra maggioranza e opposizione.

«Ieri mattina in consiglio comunale la maggioranza ha nuovamente portato il punto all’ordine del giorno relativo all’abolizione del termine per l’approvazione dello schema di bilancio in giunta – afferma il Pd area riformista -. Come già evidenziato, in occasione del precedente consiglio l’atto di giunta risultava essere sprovvisto del parere del revisore e, per tale ragione, la maggioranza è stata costretta a procedere con il ritiro del punto in questione. Ieri il punto è stato ripresentato e l’atto è stato accompagnato dal parere, come previsto dalla normativa di riferimento. Nonostante il tentativo del revisore di coprire l’approssimazione della maggioranza, è apparsa evidente l’illegittimità della precedente delibera nei confronti della quale correre ai ripari non è bastato per nascondere il fatto che la giunta Casamenti non è riuscita a rispettare i tempi previsti dal regolamento comunale per l’approvazione del bilancio e si è vista costretta a individuare soluzioni alternative, abolendo il termine previsto dal precedente regolamento. Lo stesso revisore, inoltre, ha ben chiarito e riconosciuto che l’interpretazione letterale della norma prevede il parere come obbligatorio, rendendo prive di fondamento le polemiche mosse dalla giunta».

«La maggioranza ha anche respinto l’emendamento con il quale si chiedeva di consentire alla minoranza di avere a disposizione 15 giorni per prendere visione dello schema in questione, fissando il termine a soli 10 giorni – prosegue la nota del Pd -. In questo modo, la minoranza è stata ulteriormente e palesemente privata della possibilità di poter prendere visione del bilancio di previsione in un tempo congruo. I diritti della minoranza devono essere tutelati anche se questa non sembra affatto essere una priorità della nostra amministrazione. Dal canto nostro, continueremo a vigilare su tutti gli atti, facendo riferimento esclusivamente al Testo unico degli enti locali, nonostante i ripetuti tentativi messi in atto da parte della maggioranza per rendere più difficoltoso il nostro lavoro».

All’opposizione risponde la lista Patto per il Futuro: «Il revisore per iscritto ha chiarito che non serviva alcun parere per la modifica del regolamento di contabilità. Quindi ha confermato quanto sostenuto dal segretario comunale. Il gruppo Pd ha rimediato così l’ennesima figuraccia. Inoltre non è stato modificato alcun termine per la consegna del bilancio all’opposizione perché 10 giorni erano e 10 giorni sono rimasti. Modifica approvata unanimamente al consiglio Comunale di fine 2016. Peccato che il gruppo Pd abbia poca memoria. Dispiace però che perdano tempo in queste sciocchezze dimostrando solo di far inutile polemica sul nulla e non essendo quindi in grado di affrontare problematiche serie. Peccato per i loro elettori. Comunque vicenda chiusa come voleva la maggioranza».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.