Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’unità contro la crisi, Cna: «Facciamo fronte comune con gli enti locali»

GROSSETO – Viabilità, appalti pubblici, incentivi alle imprese, banda larga, accordi con Enel per le “compensazioni” geotermiche: sono alcuni degli argomenti che Cna Grosseto ha discusso con i sindaci dell’Amiata, nel corso di una riunione, che si è tenuta ieri, lunedì 22 gennaio. Dopo la lettera che l’associazione provinciale aveva inviato agli amministratori per individuare temi di interesse comune, nella sede dell’Unione dei Comuni amiatini il sindaco di Arcidosso e Presidente dell’Unione dei Comuni, Jacopo Marini, quello di Castel del Piano Claudio Franci, di Santa Fiora, Federico Balocchi, Di Castell’Azzara, Fosco Fortunati, di Semproniano, Miranda Brugi, e di Roccalbegna, Massimo Galli, insieme al consigliere regionale Leonardo Marras, hanno incontrato il direttore Anna Rita Bramerini, Renzo Mancini, presidente del comitato di zona Amiata e il coordinatore Maurizio Pellegrini.

Una riunione proficua, che è servita a fare il punto sui temi proposti da Cna, anche a seguito del protocollo tra Regione e enti locali per promuovere interventi a sostegno dei territori montani, e sui quali i Comuni intendono impegnarsi. A partire dalla viabilità, per la quale, hanno annunciato i sindaci, sta per essere pubblicato il bando di gara per l’affidamento dei lavori del primo lotto della strada del Cipressino. Inoltre, si sta operando per  alla dotare tutta l’area di una idonea rete di collegamenti telematici a banda larga.

I sindaci dell’Amiata, inoltre, stanno valutando interventi per favorire il credito alle aziende e attrarre investimenti, anche avviando un confronto con il Cosvig, il consorzio per lo sviluppo delle aree geotermiche,  per studiare incentivi soprattutto a favore delle imprese giovanili, con particolare riferimento al passaggio generazionale delle imprese.

Non è mancata una raccomandazione, da parte dei sindaci, rivolta agli imprenditori locali, di fare maggiori sforzi verso una qualificazione delle loro imprese che sempre più dovranno essere in grado di aggregarsi e utilizzare strumenti come Start, la piattaforma attraverso cui vengono messi a gara tutti i lavori pubblici del territorio.

“L’impegno della Regione per sostenere la ripresa dei territori maggiormente colpiti dalla crisi e che, come l’Amiata, risentono anche di condizioni geografiche particolari è costante e negli ultimi anni sono state messe in campo diverse misure a favore di imprese e lavoratori, a partire dal riconoscimento della zona come area di crisi regionale non complessa”, spiega Leonardo Marras, capogruppo PD Regione Toscana. “L’incontro di ieri è stata l’occasione per fare il punto e ridefinire gli obiettivi, negli ultimi mesi abbiamo iniziato a creare le condizioni per il rilancio, sono certo che presto inizieremo a vederne i frutti”.

Cna, infine, ha espresso il suo apprezzamento per il rapporto costruito negli anni con gli enti locali amiatini, sia per la gestione di gare di appalto, per il contenimento di alcune tariffe comunali e per gli incentivi agli investimenti che alcune amministrazioni amiatine hanno erogato.

“Dall’incontro con i sindaci dell’Amiata – commenta Anna Rita Bramerini, direttore di Cna Grosseto – è emersa ancora con più forza la necessità di fare fronte comune rispetto a una situazione economica che, pur presentando alcuni lievi segnali di ripresa, rimane ancora al di sotto della media regionale. E’ necessario e urgente creare quindi sviluppo e nuova occupazione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.