Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Mobilità sostenibile: auto e bici elettriche nella Costa d’Argento. Il progetto che piace all’ambiente

 

MONTE ARGENTARIO – Stretta una nuova joint venture tra i consorziati del progetto pilota Life for Silver Coast e le associazioni ambientaliste attive sul territorio: Italia Nostra, Legambiente e WWF entrano, così, ufficialmente,nel gruppo degli stakeholder al lavoro per l’ideazione di un servizio che punta a rivoluzionare il sistema di spostamenti di Isola del Giglio, Monte Argentario e Orbetello.

Il progetto pilota, finanziato nell’ambito del bando 2016, relativo a LIFE, programma della Commissione europea per l’ambiente e l’azione per il clima, si basa sull’utilizzo di veicoli esclusivamente elettrici e di sistemi di bike, scooter e car sharing integrati tra loro.

Nell’estate 2019 saranno a disposizione di cittadini e turisti due nuovi prototipi: battelli per il trasporto via mare e all’interno della laguna e EHub 360, una stazione di bike sharing. Pronti ad entrare in servizio anche diversi mezzi a impatto zero:uno shuttle bus, city car, scooter elettrici ed eBikes, corredati da un sistema di ricarica intelligente e da una piattaforma di info mobilità, saranno dislocati sul territorio dei tre comuni a disposizione degli utenti.

Una vera novità per la Costa D’Argento: “Si tratta di un progetto innovativo, da alcuni punti di vista avveniristico, che porta la Maremma all’avanguardia nella ricerca applicata e la renderà un modello replicabile per altre aree di simile pregio e delicatezza ambientale” ha commentato Angelo Gentili della segreteria nazionale Legambiente.

Dello stesso avviso Ebe Giacometti, presidente Italia Nostra Lazio con delega del Regionale Toscano e della sezione di Grosseto sul progetto Life for Silver Coast:  “Se, come speriamo, il progetto entrerà a regime, può diventare un sistema di trasporto innovativo ed esportabile anche in altri luoghi italiani che richiedono un approccio ambientalmente sostenibile con il territorio”.

“Il promontorio dell’Argentario è una delle realtà paesaggistiche più spettacolari della Maremma toscana – continua Giacometti–  siamo felici che, dopo 18 anni da quando Italia Nostra con il progetto Greenrider contribuì al lancio della mobilità elettrica a Roma, il progetto Life for Silver Coast metta finalmente a punto un modello dove l’inter-modalità offra alle comunità locali e ai turisti la possibilità di muoversi abbattendo l’inquinamento acustico e di CO2. E’ la strada giusta”.

Linea condivisa anche da Legambiente: “Siamo fortemente fiduciosi che questo percorso innovativo, se sarà accompagnato da una profonda condivisione di tutto il territorio – sottolinea Gentili – rappresenterà non solo uno strumento per la risoluzione dei noti problemi di mobilità dei congestionati mesi estivi, ma darà lo spunto ad una rivoluzione culturale di cui i primi protagonisti e beneficiari saranno i cittadini residenti”

“La speranza – si auspica Gentili – è che Life for Silver Coast riesca a mettersi in rete con progetti in atto per l’incremento della mobilità ciclabile, dalla ciclovia tirrenica, ad esempio,  al potenziamento della ciclabilità locale. Dialoghi altresì con il mondo della formazione territoriale così  da essere occasione di crescita delle nostre professionalità, potenziando, al contempo la filiera del turismo ambientale che nel nostro territorio rappresenta la chiave per la destagionalizzazione e lo sviluppo sostenibile.  Con questa fiducia – conclude Gentili – Legambiente si mette a disposizione del progetto affinché possa raggiungere i risultati sperati nel totale rispetto delle tante fragilità ambientali di questo territorio”.

Angelo Properzi, presidente della sezione provinciale del WWF ha commentato: “Il progetto è pienamente condivisibile nelle sue linee programmatiche e nelle sue soluzioni tecniche e tecnologiche, avendo come scopo finale la riduzione dell’impatto ambientale causato dai trasporti pubblici e privati, con la prospettiva di riduzione della produzione di CO2, di snellimento del traffico nei periodi più critici e di facilitare il collegamento con le zone più difficili da raggiungere. Ci riserviamo – sottolinea Properzi – osservazioni più specifiche in seguito all’analisi dei dettagli del progetto stesso, in particolare in rapporto all’attraversamento di aree molto delicate e sensibili, come la laguna di Orbetello”.

Life for Silver Coast, che punta ad un abbattimento di 1200 tonnellate di CO2,è realizzato in collaborazione con i comuni di Monte Argentario, Isola Del Giglio e Orbetello,Enel, Green Action, Newave Italia, Primordial, UNeed.IT, l’Università di Firenze e il Polo Mobilità Sostenibile (POMOS) del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione, Elettronica e Telecomunicazioni (DIET) della “Sapienza” Università di Roma, coordinatore del progetto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.