Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Grisanti: «Gli accertamenti Imu sono un obbligo di legge. Basta parlare a vanvera»

Più informazioni su

CAMPAGNATICO – «Gli accertamenti sull’Imu versata nel 2012 sono un obbligo di legge». Lo afferma il sindaco di Campagnatico, Luca Grisanti, che vuole così dare alcuni chiarimenti. «Ringrazio Francesco Priori che ha sollevato un problema connesso appunto all’Imu, anche se non lo ha fatto, secondo me, nella sede più opportuna, ma mi ha dato l’opportunità di parlare del problema, mettendoci la faccia come sono solito fare».

«Nei giorni scorsi la società Etruria Servizi, incaricata dalla nostra Amministrazione comunale, ha provveduto ad effettuare i controlli sui versamenti dell’Imu relativi all’anno 2012 ed ha inviato notifiche per gli eventuali recuperi – afferma Grisanti -. Voglio precisare che siamo stati costretti per legge ad effettuare l’accertamento dell’Imu dell’anno 2012 in quanto nel 2017 sono maturati i termini per la prescrizione e se noi, amministratori e dirigenti responsabili, avessimo omesso di provvedere all’accertamento, saremmo incorsi in sanzioni amministrative e denunce personali per inadempienza, da parte della Corte dei Conti; pertanto tengo a precisare che i controlli non nascono da una mia volontà ma da norme e Leggi che me lo impongono».

«Se non avessi provveduto a questa operazione di verifica e recupero sarei stato sottoposto ad una denuncia da parte della Corte di Conti per danno erariale nei confronti del Comune di Campagnatico. Il fatto curioso invece è questo: perché nei cinque anni di scorsa legislatura non è stato provveduto ad effettuare l’accertamento IMU 2012 e si sono fatti trascorrere ben cinque anni senza fare assolutamente niente – chiede il primo cittadino -? Forse nella consapevolezza che l’operazione di accertamento IMU era si obbligatoria, ma siccome odiosa e antipatica si poteva tranquillamente procrastinare fino alla scadenza dei cinque anni in modo che sarebbe ricaduta sulle spalle nuova amministrazione, ovviamente qualunque essa fosse stata».

«Con un gioco al massacro perché se negli ultimi scorsi cinque anni non è stato provveduto a fare l’accertamento IMU per il 2012 ovviamente non è stato fatto nemmeno per gli anni a seguire 2013, 2014, 2015, 2016 e siccome, come ho già detto, ci sono 5 anni di tempo per provvedere, la mia amministrazione sarà costretta a fare ogni anno l’accertamento di quel periodo per evitare di incorrere in denunce e sanzioni. Come dire: mi sono ritrovato un bel regalo. Un bel pacco. Peraltro negli ultimi cinque anni la uscente Amministrazione ha però regolarmente versato allo Stato la quota parte di IMU 2012 spettante allo Stato per legge pur non avendo riscosso dai cittadini questa imposta in maniera totale e quindi anticipando una somma ancora non totalmente incassata».

«Sono consapevole che molti recuperi IMU sono relativi ai ‘famosi’ terreni edificabili destinati agli “alberghi di campagna” che se non tolti dal piano operativo di fabbricazione continueranno a generare l’odiosa imposta. E quindi, come promesso in campagna elettorale, sto lavorando per approvare nel più breve tempo possibile (compatibilmente con una burocrazia a dir poco lenta) un piano operativo di fabbricazione dal quale saranno stralciati tutti questi terreni che a quel punto non produrranno più imposte come l’IMU. Mi domando di nuovo: perché negli scorsi cinque anni il piano operativo di fabbricazione è rimasto lì ingessato, immobile e nessuno si è dato da fare nemmeno per avviare il procedimento di revisione – chiede Grisanti -? Per ultimo mi preme precisare che questo obbligatorio recupero IMU lo abbiamo dovuto imbastire e organizzare in pochissimo tempo perché pochissimo ce ne hanno concesso la vecchia amministrazione e le norme stringenti; per cui è assolutamente possibile che un lavoro fatto in tutta fretta generi degli errori nei calcoli piuttosto che delle richieste del tutto illegittime».

«Capisco il disappunto dei cittadini quando si vedono recapitare una richiesta di pagamento che ritengono sbagliata o non dovuta ma sia io che gli impiegati dell’Amministrazione comunale siamo a completa disposizione di tutti coloro che vogliono informazioni più chiare o controlli. E il mercoledì di ogni settimana potete trovare gli impiegati della società Etruria Servizi a vostra disposizione per ogni domanda possibile riguardo a chiarimenti sulla liquidazione dell’IMU. Mi scuso di nuovo per eventuali errori nei calcoli e per il relativo disagio creato ma spero di aver fatto un po’ di chiarezza, senza essere stato troppo polemico, e ribadisco la mia personale disponibilità in proposito. A questo punto mi viene da riflettere su quanto giuste ed esatte siano state le parole di un mio compaesano e carissimo amico che qualche anno fa è stato Amministratore comunale. Mi ha detto: “bisognerebbe che ogni cittadino fosse obbligato a fare anche una breve esperienza in qualità di amministratore comunale in modo da conoscere da vicino tutte le difficoltà burocratiche, normative e legali che giorno dopo giorno ti si presentano e segnano il solco della tua attività; vedresti che poi nessuno più parlerebbe a vanvera e senza cognizione di causa e ci sarebbe molto più rispetto per il lavoro svolto dagli amministratori.” Sempre di più apprezzo queste parole che mi vengono in mente tutte le volte che qualcuno parla a vanvera!». Conclude Grisanti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.