Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Presepi protagonisti: oltre 3 mile visitatori alla mostra nel palazzo vescovile

Raccolte anche oltre 1500 euro di offerte spontanee, che saranno devolute all’Istituto Santa Elisabetta di Grosseto

GROSSETO -Oltre 3mila presenze. Tante sono state le persone che dal 14 dicembre al 7 gennaio hanno visitato la mostra d’arte presepiale promossa dal Rotary club Grosseto in collaborazione con la Diocesi e allestita nella sala San Lorenzo del palazzo vescovile. Ad ammirare i venti presepi esposti, messi a disposizione da maestri artigiani dell’asssociazione nazionale Amici del presepio di San Giorgio a Cremano, sono state persone di tutte le età: dai bambini, incuriositi dalle rappresentazioni della Natività ricche di particolari che rimandano alla vita quotidiana, agli adulti, che hanno potuto apprezzare il valore artistico dei presepi esposti, che testimoniano quanto il mistero dell’Incarnazione di Gesù abbia ispirato e continui ad ispirare.

Inaugurata il 13 dicembre 2017 all’interno del palazzo vescovile, la mostra è rimasta aperta fino al 7 gennaio 2018, festa del battesimo del Signore, che conclude il tempo liturgico del Natale, ogni giorno ha visto impegnati, nel servizio di accoglienza, tanti soci rotariani. Al “service” del Rotary in collaborazione con la Diocesi, i visitatori hanno risposto generosamente con offerte per oltre 1500 euro, che il Rotary devolverà all’Istituto Santa Elisabetta di Grosseto.

Soddisfazione viene espressa sia dal vescovo Rodolfo che dal presidente del Rotary Umberto Carini, perché la mostra non solo ha attratto ancora una volta moltissime persone, ma anche perché ha rappresentato un’occasione ulteriore per avvicinare tutti al mistero del Natale, di cui il presepe da secoli vuole essere la ri-presentazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.