Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Chiude la banca, Pd: «Inaccettabile, daremo battaglia». Domani assemblea pubblica

Più informazioni su

CALDANA – Chiude la banca e il Pd non ci sta. La decisione riguarda Caldana e il Pd di Gavorrano annuncia battaglia. «L’annuncio della chiusura degli sportelli bancari del Monte dei Paschi a Caldana e a Roccatederighi – si legge nella nota del Pd – per i cittadini di Gavorrano è un film già visto con la recente chiusura che hanno dovuto subire in paese. La vicenda è ancora più difficile e dolorosa da comprendere nella considerazione che si tratta di una banca che ha beneficiato di soldi pubblici per continuare nella sua esistenza e che oggi ripaga con irresponsabilità e inconscienza le comunità che negli anni le sono state fedeli affidandole i loro risparmi».

«Con questi atti la dirigenza della banca, che già tante rovine ha lasciato nel passato, continua nel suo atteggiamento di totale indifferenza verso i territori e le popolazioni più deboli emarginandoli nelle loro necessità e nell’espletamento delle attività economiche. La soppressione dello sportello bancario indubbiamente avrà negative ricadute in particolare fra gli anziani e gli operatori economici che da sempre hanno nella banca un presidio del territorio. Un atto che non aiuta il consolidamento di una comunità ma ne affretta il suo sfaldamentoı.

«Atteggiamenti di questo tipo, dove si agisce senza cognizione di causa, senza aprire un confronto con le popolazioni residenti, da parte del PD di Gavorrano sono gravissimi e intollerabili tanto che, se necessario, si prodigherà a far giungere la propria voce e protesta sino ai livelli istituzionali più alti ad iniziare dalla presenza all’assembea, sollecitata anche dal PD di Gavorrano, convocata per domani a Caldana».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.