Quantcast

Tagli Mps, chiude la filiale a Caldana. Residenti preoccupati. Querci: «Scelta scellerata»

Più informazioni su

CALDANA – Fulmine a ciel sereno per i caldanesi: la filiale del MPS il prossimo 20 gennaio chiuderà. «Quasi nessuno ne sa niente – ci spiegano i residenti della frazione del Comune di Gavorrano – e presumibilmente non ne avrebbe saputo niente fino al momento di ricevere la notizia di “essere stati trasferiti, in piena operatività”, alla filiale di Bagno».

«Trovo questo un sistema vigliacco – dice una delle abitanti del paese – per comunicare una notizia del genere, di cui “pare” non sapessero nulla neanche il direttore e l’impiegato della filiale. Mi auguro che non appena noi cittadini ci muoveremo per le proteste del caso l’Amministrazione comunale ci appoggi e non consenta il ripetersi di situazioni già note in altre frazioni, condannate a diventare dei dormitori».

E l’amministrazione non ha tardato a farsi sentire con l’impegno del vicesindaco Giulio Querci. «Come vicesindaco – spiega Querci – mi attiverò per verificare la situazione, le assicuro che farò tutto quanto è nelle mie possibilità per dimostrare l’avversione ad una scelta dannosa, scellerata e che andrebbe a togliere un servizio essenziale alla seconda frazione più popolosa del Comune. È assurdo ragionare di questo quando i vertici della Banca portavano a sostegno della chiusura dello sportello di Gavorrano il fatto di averne (e volerne mantenere) 2 nel resto del Comune. Sarà una lotta dura, impari e con una dirigenza a mio avviso inadeguata ed incapace di mantenere una posizione per 15 giorni consecutivi. Sono a disposizione per qualsivoglia iniziativa e sarò promotore di azioni avverse a questa decisione. I paesi senza servizi muoiono e non si può accettare in silenzio di far pagare ai cittadini gli errori di dirigenti incapaci che negli ultimi 15 anni hanno rovinato una delle realtà più solide d’Italia»

Più informazioni su

Commenti