Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Vivere e morire in Maremma”: tutto esaurito per il libro di Lamioni e La Mantia

GROSSETO – Grande successo per la presentazione del nuovo libro di Giovanni Lamioni, “Vivere e morire in Maremma”, scritto a quattro mani con David La Mantia e pubblicato da Innocenti Editore in collaborazione con Fondazione Atlante per la Maremma. La presentazione, condotta da Rita Martini, è andata in scena al cinema Aurelia Antica Multisala di Grosseto. Il libro è l’ideale seguito di “La mia Maremma” – scritto da La Mantia, raccogliendo il pensiero di Lamioni – ma, a differenza del precedente, offre un punto di vista sicuramente più personale. Storie d’infanzia, ricordi di paese, l’amore per la famiglia, i successi, le sfide.

Sempre con la Maremma a recitare un ruolo da protagonista. Non solo memoria e nostalgia, però. Anzi: tra le pagine del libro trova spazio una visione lucida e precisa della terra tanto amata – la Maremma, ovvio – che troppo spesso non riesce ad essere valorizzata come merita. Non mancano poi gli aneddoti: dalla politica allo sport: l’incontro con Silvio Berlusconi, la corsa come governatore della Toscana, le candidature a sindaco più volte offerte, il Grifone d’oro, l’amicizia con Gianni Letta, alcuni storici scherzi con gli amici di sempre. «Nella mia vita – dice Giovanni Lamioni – tra testa e cuore ho sempre seguito il cuore, talvolta pagandone le conseguenze. Chi leggerà questo libro potrà scoprire di me qualcosa che magari non conosceva: sarà una sorpresa». E non solo. Chi acquisterà il libro, già in vendita, potrà contribuire a un’altra iniziativa di Fondazione Atlante per la Maremma: una parte dei proventi, infatti, verrà impiegata per finanziare una borsa di studio che la Fondazione istituirà per un giovane maremmano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.