Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Fondazione Cultura e Asl insieme per il trattamento della balbuzie

Più informazioni su

GROSSETO – Un progetto innovativo finanziato dalla Fondazione Grosseto Cultura per il trattamento della disfluenza verbale, la balbuzie, e realizzato grazie alla collaborazione con l’azienda Usl Toscana Sud Est. Da anni infatti è attiva una convenzione tra l’azienda sanitaria e la Fondazione Grosseto Cultura, in particolar modo con gli operatori dell’Istituto Musicale Comunale, per quanto riguarda l’attività di musicoterapia per bambini (ed adulti), finalizzata a favorire la comunicazione e la socializzazione.

Grazie ad un protocollo di intesa tra Fondazione Grosseto Cultura e l’UFSMIA (unità funzionale salute mentale infanzia e adolescenza)  azienda Usl Toscana Sud Est, ha preso il via un progetto innovativo per il trattamento della disfluenza verbale (balbuzie) nei bambini e ragazzi che sono in carico presso l’UFSMIA di Grosseto. Si tratta di un progetto che unisce due competenze ( quelle della logopedia e della musicoterapia), al fine di integrare le tecniche di
intervento per ottimizzare i risultati riabilitativi.

Il progetto, sovvenzionato da Fondazione, è assolutamente innovativo, poiché non solo unisce due modalità riabilitative complementari, ma
permette ai ragazzi coinvolti, di lavorare in piccoli gruppi , in modo da condividere l’esperienza con i propri coetanei : al momento attuale, non
esistono sul territorio iniziative specifiche per i bambini/ragazzi con problemi di fluenza verbale (balbuzie), tanto meno realizzati in gruppo,
modalità con la quale il minore attraverso le tecniche e la condivisione delle esperienze, si confronta, impara dagli altri e soprattutto conosce
se stesso.

La logopedia è una disciplina complessa e relativamente giovane, che si occupa di prevenzione, educazione e riabilitazione di tutti i disturbi del
linguaggio e della comunicazione in generale. La musicoterapia attraverso un insieme di tecniche, permette di aprire canali di comunicazione
alternativi a quello verbale, al fine di ampliare le potenzialità espressive In età evolutiva.

Il trattamento diretto della disfluenza verbale (balbuzie), molto tecnico e basato su esercizi di respirazione, coordinazione fono-respiratoria e
tecniche varie di emissione vocale, è difficilmente applicabile, soprattutto per la scarsa consapevolezza che i soggetti interessati hanno
del problema, per cui si lavora indirettamente sullo strumento “voce” , sul ritmo e sulla coordinazione motoria: è proprio questo il fulcro
fondamentale che integrerebbe musicoterapia e logopedia.

La musicoterapia, infatti, oltre a lavorare sugli aspetti ritmici e melodici del linguaggio, affronta attraverso l’uso di strumenti musicali
le diffusissime ricadute che la balbuzie ha sul piano emotivo di ciascuno e di conseguenza migliorare la sua qualità di vita e la sua autostima.
“Fondazione – dice Marta Guidoni musicoterapista dell’Istituto musicale Giannetti – ha da più di 10 anni attivo un servizio di musicoterapia per bambini e adulti con sedute individuali e di gruppo anche in convenzione con altri enti, come ad esempio la Fondazione Il Sole. La Musicoterapia interviene in vari ambiti, quello preventivo della prima infanzia, gravidanza, stress; quello riabilitativo per problemi linguaggio, deficit o ritardo cognitivo,plurihandicap e quello terapeutico per psicosi e autismo. Il personale è qualificato professionalmente”
Il progetto vedrà come responsabile il dottor Mauro Camuffo e le professioniste coinvolte saranno Sara Caesi (logopedista ASL) e Marta
Guidoni (musicoterapista Istituto musicale Giannetti), e si rivolgerà ad un gruppo di 10 utenti dagli 8 ai 14 anni, suddivisi in gruppi omogenei di età. La coppia terapeutica Caesi-Guidoni, ha già lavorato insieme in un progetto pilota simile a questo nel 2013 e, visti gli ottimi riscontri che l’esperienza ha avuto sia dagli gli utenti che dalle famiglie, l’impegno di Fondazione e Ufsmia, è quello di ripeterlo e di renderlo punto di
riferimento fisso per il trattamento della disfluenza verbale nel nostro territorio.

Per info rivolgersi a Fondazione Grosseto Cultura, telefono 0564.453128, info@fondazionegrossetocultura.it.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.