Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cinelli si presenta ai cittadini: «Ripartiremo da dove ci hanno interrotto»

MAGLIANO IN TOSCANA – «Ripartiremo da dove ci hanno interrotto» Diego Cinelli si presenta ai maglianesi e si candida ufficialmente a guidare il Comune. Sarà una lista civica quella che sosterrà Cinelli nella tornata elettorale, «Siamo però aperti ai contributi di tutti purché nessuno voglia mettere la propria bandierina. Per questo abbiamo mandato un invito a tutte le segreterie di partito. Siamo convinti che a Magliano, a prevalere, saranno le persone più che i partiti».

Cinelli

La squadra, come ha sempre detto Cinelli, sarà composta da chi gli è sempre rimasto a fianco, assessori e consiglieri. «Si sta già creando un gruppo di sostenitori che andrà a comporre il comitato elettorale» afferma Cinelli che è stato intervistato da Carlo Vellutini. «Siamo convinti che a Magliano a prevalere siano le persone più che i simboli di partito» poi, parlando di Giancarlo Tei, probabile candidato del centrosinistra ed ex sindaco, ammette «È un candidato di tutto rispetto è stato un buon sindaco per Magliano, ma questo è successo 20 anni fa, c’erano altre risorse, un’altra burocrazia, sono cambiate le procedure per gli appalti: insomma, fare il sindaco oggi è un’altra cosa. Siamo convinti che chi dovrà rincorrere sono gli altri».

«Vogliamo riprendere da dove ci hanno interrotto: proseguire il lavoro su Pereta, con la riqualificazione della porta, e poi un sistema di videosorveglianza su tutti i paesi, assieme ad un progetto di riqualificazione che prevede l’asfaltatura, e poi coinvolgere i comuni vicini (all’incontro c’erano i sindaci Andrea Casamenti e Arturo Cerulli e la vicesindaco Priscilla Schiano) per gestire insieme sanità e scuola. Vorremmo un assessorato alle politiche comunitarie, in collaborazione o convenzione con il Comune di Grosseto, per trovare in Europa le risorse necessarie a tanti progetti, come la viabilità rurale. La differenziata sembrerebbe diminuita e vogliamo studiare bene cosa sia successo anche con gli altri comuni vicini, visto che il risultato da raggiungere è di ambito ed essere gli unici virtuosi non basta».

Per quanto riguarda la squadra Cinelli lo ha sempre detto, ci sarà chi è rimasto con lui sino alla fine, ci sono però da inserire altre otto persone: qualcuno si è già fatto avanti, ma ci sarà da sentire anche alcuni partiti che sarebbero interessati a sostenere la lista anche se Cinelli ribadisce «È una civica, chi vuole mettere la propria bandierina può restare a casa, come chi ha interessi personali: quelli li abbiamo già avuti e si è visto come è finita. Qui l’unico interesse da perseguire è quello di Magliano e dei cittadini».

Per quanto riguarda il nome e il simbolo, invece, lo sceglieranno i cittadini «Presenteremo tre o quattro bozze e li presenteremo ai cittadini, in una serie di riunioni nei vari paesi, e saranno i cittadini a scegliere».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.