Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rivoluzione verde, da gennaio si pagheranno le shopper trasparenti di frutta e verdura

Più informazioni su

GROSSETO – Sacchetti a pagamento e biodegradabili: tra poco più di un mese le shopper ultraleggere dovranno essere ecologiche, e non potranno essere date via gratis; anzi, ogni volta che se ne userà una il prezzo dovrà risultare dallo scontrino o dalla fattura. L’idea del Ministero è quella di tentare di ridurre drasticamente l’uso dei sacchetti leggeri e ultraleggeri, diminuendo così l’immissione nell’ambiente di nuova plastica inquinante.

Una vera rivoluzione verde, che però vedrà in prima linea commercianti e consumatori. «Intanto dal 1 gennaio ad andare in pensione saranno i sacchetti trasparenti, non biodegradabili, con cui si insacchettano frutta e verdura – afferma la Confesercenti provinciale -, i cosiddetti ultralleggeri, che invece dovranno avere una percentuale crescente di materia rinnovabile a partire dal 40% (nel 2021 diventerà il 60%)».

Anche questi saranno a pagamento, ma, a differenza di quel che si può fare con le borse della spesa, per questioni di igiene non sarà possibile portarsi le bustine da casa per insacchettare frutta e verdura. Né sarà consentito mettere differenti prodotti nello stesso sacchetto. La stessa normativa dovrebbe inoltre riguardare anche i sacchetti con cui, al banco gastronomia, si impacchettano i formaggi o i salumi.

Quindi, se al momento le certezze sono poche, di sicuro sembra esserci la data, il primo gennaio 2018: da quel momento gli shopper in cui mettere e pesare mele, arance, insalata e pomodori dovranno essere ecologici, fatti per il 40% di materia prima rinnovabile, e a pagamento. Tutti dovranno adeguarsi con sacchetti a pagamento (dovrà risultare dallo scontrino) e biodegradabili (sulle borse il produttore dovrà stampare le specifiche che ne garantiscano le caratteristiche), pena una sanzione che andrà dai 2.500 ai 25 mila euro.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.