Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Polo Universitario: nasce la Fondazione. Via libera alla trasformazione

GROSSETO – Il Polo Universitario si trasforma in Fondazione di partecipazione: Comune e Provincia di Grosseto si sono espressi, all’unanimità, per la nascita del nuovo soggetto di diritto.

“Siamo convinti che il Polo Universitario Grossetano sia uno strumento strategico per la crescita della città e del territorio – commenta Antonfrancesco Vivarelli Colonna, sindaco e presidente della Provincia di Grosseto -. Ma anche un antidoto contro la crisi strutturale che attanaglia la Maremma ormai da troppo tempo. Vogliamo sostenerlo, perché è risorsa importante, ma ancora di più vogliamo che cresca robusto e ambizioso.”

L’impegno dei due Enti pubblici nel sostegno dell’istituto maremmano è importante: 60mila euro la somma devoluta dalla Provincia, mentre sono 197mila quelli messi a disposizione del Comune, cui si sommano 3mila euro di quota associativa e l’utilizzo gratuito degli spazi.

“L’università a Grosseto è ormai una realtà consolidata dell’offerta formativa di tutto il territorio – commenta il vicesindaco Luca Agresti, assessore alla Cultura -, il Comune è oggi impegnato in maniera rinnovata nel garantire la fortuna ed il valore del Polo: la trasformazione da società consortile in Fondazione gli permetterà di essere un soggetto più agile nella progettazione culturale e scientifica di cui potrà beneficiare tutta la Maremma.”

Fra le diverse forme organizzative oggi disponibili, la fondazione di partecipazione è uno strumento particolarmente adatto alla gestione e all’erogazione di servizi di pubblica utilità e può essere un importante soggetto di co-amministrazione, in materia di servizi di interesse generale. Un soggetto duttile e dinamico, che non risente delle sempre più stringenti limitazioni all’assunzione ed al mantenimento di partecipazioni da parte degli Enti Pubblici. Inoltre, proprio in merito alla gestione dei servizi di istruzione, la fondazione di partecipazione presenta significative potenzialità, anche per quel che riguarda l’attrazione di risorse finanziarie da soggetti privati.

“La trasformazione del Polo Grossetano in Fondazione è stata votata all’unanimità in Consiglio Provinciale, espressione della volontà del territorio di valorizzare il presidio universitario nella nostra città – ha dichiarato Gabriella Papponi Morelli, Presidente del Polo Universitario Grossetano -. Questo ci incoraggia ancora di più ad essere dinamici nell’offerta formativa che include, oltre alle lezioni accademiche in teledidattica, anche convegni, seminari ed alta formazione: la nuova Fondazione rappresenterà ancora in maggior misura un punto di riferimento per l’istruzione e la cultura in Provincia di Grosseto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.