Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cgil: «Bene l’albo dei fornitori e il regolamento degli appalti, ma non dimentichiamo i lavoratori»

Più informazioni su

GROSSETO – La Cgil grossetana «apprezza il fatto che finalmente il comune di Grosseto adotti un nuovo regolamento per gli appalti. In modo da semplificare le procedure e dare pari opportunità alle imprese grossetane, in difficoltà soprattutto per l’assenza di un albo ufficiale dei fornitori. Cosa che ha impedito di adottare procedure semplificate per l’aggiudicazione degli appalti “sotto soglia” – fino a un milione di euro – finendo per penalizzare proprio le aziende locali».

«Questa novità – sottolinea Claudio Renzetti, segretario della Camera del lavoro di Grosseto – era attesa da lungo tempo, ed era stata sollecitata da più parti. Da parte nostra ne siamo soddisfatti, salvo naturalmente verificare in concreto i contenuti del nuovo regolamento. Quello che più ci preme è l’inserimento di un albo ufficiale dei fornitori, in modo da semplificare e facilitare lo svolgimento delle gare sotto soglia, per importi fino a un milione di euro, ma poniamo anche una questione che riguarda i lavoratori dipendenti delle ditte che si aggiudicano gli appalti. In particolare negli appalti per i servizi, ad esempio quelli per le pulizie, museo e biblioteca, è necessario introdurre un capitolato che renda coerenti prestazione richiesta e importo di gara, rispetto delle norme di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, e una clausola sociale che tuteli la continuità dei posti di lavoro, oltre che l’applicazione dei Ccnl firmati dalle associazioni datoriali e sindacali maggiormente rappresentative. Potrebbe apparire scontato, ma non lo è».

«Infine – conclude Renzetti – è necessario che tutti i Comuni della provincia che ne sono ancora sprovvisti, facciano quello che si accinge a fare il comune di Grosseto, dotandosi del regolamento per gli appalti».

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.