Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

18App: in arrivo ad Orbetello le lettere per il bonus cultura ai diciottenni

Più informazioni su

ORBETELLO – A partire dal 19 settembre 2017 i nati nel 1999 possono iscriversi sulla piattaforma 18App per usufruire del bonus cultura, la carta elettronica del valore di 500 euro assegnata dal Governo a tutti i giovani residenti in Italia che compiono 18 anni nel 2017, in possesso di permesso di soggiorno dove richiesto, al fine di promuovere lo sviluppo della cultura e la conoscenza del patrimonio culturale.

L’Amministrazione Comunale è lieta pertanto di comunicare che, grazie all’intervento dell’Assessore alla Cultura Maddalena Ottali, in questi giorni sarà recapitata direttamente a casa ai nati nel 1999 l’informativa per poter accedere al contributo. “Siamo molto felici di offrire una grande possibilità ai nostri giovani – afferma l’Assessore Ottali – mettendoli a conoscenza degli strumenti a loro disposizione per accedere alle molteplici iniziative culturali del nostro paese usufruendo di un benefit economico di rilievo. Promuovere la cultura e diffondere la voglia di approfondire la storia del nostro patrimonio culturale: anche questo deve fare un’ Amministrazione pubblica vicina ai propri cittadini”.

Le richieste dovranno essere inoltrate nel rispetto delle modalità stabilite dal DPCM 4 agosto 2017, n. 136, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 218 del 18-9-2017. I nati nel 1999 per poter usufruire del bonus devono iscriversi sulla piattaforma 18APP entro il 30 giugno 2018 e potranno spendere il bonus entro il 31 dicembre. I dati anagrafici dei beneficiari sono accertati attraverso SPID, il Sistema pubblico per la gestione dell’identità digitale di cittadini e imprese gestito dall’Agenzia per l’Italia Digitale. La gestione avviene attraverso un’applicazione web, 18APP, utilizzabile tramite accesso a www.18App.it.

Per poter usufruire del bonus, i diciottenni devono richiedere l’attribuzione della identità digitale (credenziali SPID), come previsto dal DPCM 24 ottobre 2014, rivolgendosi ad uno dei gestori di identità accreditati dall’Agenzia per l’Italia Digitale. Ad ogni beneficiario è attribuita una Carta elettronica, del valore di 500 euro, utilizzabile, attraverso buoni spesa, presso strutture inserite in un apposito elenco consultabile sulla piattaforma informatica dedicata. I buoni spesa sono generati dal beneficiario, che deve inserire i dati richiesti sulla piattaforma elettronica e possono essere anche stampati. Quando l’esercizio commerciale o il luogo culturale accreditato accetta il voucher si riduce il credito disponibile.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.