Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Risparmiatore grossetano rischia di perdere 7mila euro investiti in diamanti 

L'investimento era stato consigliato da una banca. L'azione di Antitrust e Confconsumatori. Coinvolti risparmiatori in tutta la Toscana. Scattate le sanzioni, via ai risarcimenti

Più informazioni su

GROSSETO – La banca gli aveva consigliato di investire in diamanti, segnalando l’operazione e sostenendo che fosse solida e sicura, tanto che il risparmiatore – un grossetano – aveva deciso di versare settemila euro. Denaro che ora rischia di perdere, visto che quell’investimento si è rivelato pessimo. L’Antitrust, infatti, ha fatto luce sulla scorrettezza di imprese venditrici e banche per informazioni ingannevoli e omissive. Proprio quello che è accaduto a Grosseto a un risparmiatore maremmano, assistito da Confconsumatori.

«Il 30 –ottobre – confermano da Confconsumatori – l’Antitrust ha finalmente concluso due lunghe istruttorie e si è pronunciata in tema di vendita di diamanti da investimento, irrogando pesanti sanzioni alle società venditrici e alle banche. Una decisione attesa, che apre prospettive di risarcimento per i consumatori danneggiati».

Le stesse banche e società che fino a qualche giorno fa rispondevano alle lettere inviate dalle associazioni dei consumatori sostenendo la correttezza del proprio operato, infatti, ora sono state smentite all’Antitrust. «L’autorità – spiegano ancora da Confconsumatori – ritenendo gravemente ingannevoli e omissive le modalità di offerta dei diamanti come forma di investimento, ha sanzionato per complessivi 15,35 milioni di euro le società Intemarket Diamond Business (Idb) e Diamond Private Investment (Dpi), unitamente agli istituti di credito con cui rispettivamente operavano, cioè Unicredit e Banco BPM (per Idb) e Intesa Sanpaolo e Mps (per Dpi), per aver indotto alcune fasce di risparmiatori all’acquisto di questa tipologia di prodotti, incuranti del rispetto delle norme a tutela dei consumatori e a prezzi di vendita di molto superiori rispetto al reale valore dei diamanti».

Cosa fare? Confconsumatori, che da anni si occupa di tutela dei risparmiatori “traditi”, sta predisponendo ogni azione utile a ottenere il rimborso delle cifre investite per l’acquisto di diamanti. «Invitiamo tutti coloro che sono risultati coinvolti nella vicenda a prendere immediati contatti con le sedi territoriali della Toscana». I recapiti sono disponibili sul sito www.confconsumatori.it (a Grosseto la sede è in via Ronchi 24; telefono 0564 418276).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.