Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Gea cala il tris: anche il Cus Pisa si arrende

Più informazioni su

COOPLAT GEA GROSSETO-CUS PISA 63-58

COOPLAT: Belella, Zambianchi 6, Piccoli, 2 Pierozzi 8, Bambini 9, Romboli 1, Morgia 8, Contri 9, Ricciarelli 2, Neri 8, Santolamazza 10, Tattarini. All. David Furi.

CUS PISA: Cioni, Mannucci 4, Flamini 4, D’Amico 14, Buoncristiani 5, Maestrini 6, Grassi 4, Rinaldi, Piatti 3, Lorenzi 19. All. Zari.

ARBITRI: Andrea Zini di Pistoia e Marco Mattiello di Pieve a Nievole.

PARZIALI: 14-14, 34-24; 45-44

NOTE: tiri liberi Grosseto 10/18, Pisa 4/7.

La Gea Cooplat firma la terza vittoria consecutiva (la quinta della stagione) nel campionato di serie D piegando il fanalino Cus Pisa (63-58 il finale), che ha opposto più resistenza di quanto ci si aspettasse. I grossetani, dopo 10’ sul filo del rasoio, hanno avuto una bella reazione a fine secondo quarta e a inizio terzo allungando decisamente, ma alcuni errori al tiro e un calo nella concentrazione hanno consentito alla squadra di Zari di farsi minacciosa per tutto il confronto, grazie alla voglia dei suoi ragazzi di mettere i primi due punti in classifica.

Va detto che coach David Furi ha approfittato di una partita sulla carta più semplice delle altre per provare una serie di quintetti che potranno tornare utili in futuro, lasciando riposare per lunghi tratti i veterani. C’è stato il debutto assoluto di Mirco Belella, classe 2001, e dell’altro sedicenne Giovanni Piccoli, che ha avuto anche la soddisfazione di mettere a referto i primi due punti della stagione. La Cooplat non ha insomma disputato una partita spumeggiante, ma come spesso le capita si è adeguata all’avversario, finendo per rimanere su un ritmi basso di gioco e con percentuali di tiro sotto agli standard abiìtuali.

Nella prima frazione i grossetani vanno subito sul 6-0, lasciando presagire una cavalcata solitaria, na l rimonta dal Cus Pisa, che riesce a chiudere i 10’ iniziali sul 14-14, fa aprire gli occhi alla squadra biancorossa che aumenta l’intensità Il secondo quarto rimane sul filo dell’equilibrio fino al 20-21 per gli avversari, ma dopo il canestro dell’under 18 Giovanni Piccoli (salutato con un lungo applauso del pubblico presente), la Gea prende il largo, grazie anche ai canestri di Pierozzi e Neri, andando al riposo con un più 10 (34-24).

Al rientro dagli spogliatoi la Cooplat allunga il passo, portandosi anche a più 17 (43-26), prima di subire un break pisano con una serie di bombe di Lorenzi (il miglior realizzatore della partita con 19 punti), che consente ai suoi di arrivare fino al 44-45, punteggio che si chiude il terzo quarto. Nell’ultimo quarto la Cooplat rimane sempre avanti, ma non riesce a scrollarsi di dosso un aggressivo Cus Pisa, che si porta anche a meno tre (53-56) da Santolamazza e compagni, che riescono comunque a gestire il vantaggio abbastanza tranquillamente, facendo canestro al momento giusto. Un successo comunque importante che permette alla Gea di salire a dieci punti e di rimanere incollata al gruppo che lotta per i playoff.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.