Quantcast

Aggressioni e insulti al pronto soccorso: «Ora basta. Serve un servizio di guardia H24»

GROSSETO – «Sono numerose le proteste che ci sono giunte da parte degli operatori del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Grosseto nonché da parte dei cittadini su episodi di aggressioni verbali e talora fisiche delle quali sarebbero frequentemente vittime». A parlare è il dipartimento provinciale e comunale di Forza Italia.

«L’ospedale di Grosseto fa da capo fila degli ospedali della provincia ed in particolare il pronto soccorso registra un elevato numero di accessi annuali (circa 70 mila) svolgendo un lavoro anche di estrema qualità e professionalità. La sicurezza degli operatori e degli utenti viene garantita in parte dalle forze di polizia ed in parte da vigilanza privata, ma in modo discontinuo, poiché opera su tutto il Misericordia lasciando scoperte alcune fasce orarie diurne e notturne. Per tal emotivo, anche in considerazione che in altre realtà toscane il servizio di guardia nei pronto soccorso è h24, chiediamo alla direzione se non sarebbe opportuno impegnarsi per trovare i necessari finanziamenti/convenzioni con le suddette forze di polizia pubblica e/o privata in modo da garantire una copertura continua. Al fine di garantire al personale di operare con la necessaria tranquillità, ed all’utenza, già gravata dalle proprie condizioni di salute, di essere visitata senza ulteriori aggravi come furti o minacce».

Commenti