Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Premiati i migliori vini Gustatus del concorso “Orbetello nel bicchiere” fotogallery

Più informazioni su

GROSSETO – La novità che ha segnato questa edizione di Gustatus è stata l’incontro delle aziende con esperti del settore enogastronomico e vitivinicolo. I produttori hanno avuto modo di confrontarsi e capire i gusti non soltanto del pubblico ma soprattutto di giornalisti e veri esperti del settore, conosciuti a livello nazionle ed internazionale.

Da qui l’idea di lanciare un concorso, “Orbetello nel bicchiere”, che ha portato poi all’assegnazione di quattro premi ai migliori vini Gustatus per le categorie miglior Vermentino, miglior Vino Bianco da altri vitigni, miglior Rosso annate giovani, miglior Rosso maturo.

Il 31 ottobre scorso tre esperti dell’enologia, Ernesto Gentili di Gambero Rosso-Slow Food e “Guida Vini d’Italia”, Franco Pallini di www.winenews.it, Fabio Pracchia di “Slow Wine” e “I Sapori del Vino”, hanno assaggiato i vini in concorso e dopo un attento dibattito hanno dato il loro verdetto.

Questi i vincitori:

Premio Vermentino

Tenimenti La Casettina, Doc Maremma Vermentino 2016

La famiglia Guglielmini nel 2011 ha acquistato l’azienda San Matteo nel comune di Scansano e dopo una prima fase di vendita di vino sfuso è pasata alle proprie etichette proprio a partire da questo vino.

Premio Vino bianco da altri vitigni

Fattoria Le Spighe, Doc Maremma “EraOra” 2016 (Vermentino, Ansonica)

Giancarlo Francia, Chef e viticoltore, proprietario del ristorante La Rosa dei Venti di Albinia, ha prodotto questo bianco di bella personalità.

Premio Vini rossi annate 2015-2016

Bruni, Doc Maremma Oltreconfine 2015

E’ una delle novità più intriganti della Maremma enoica, un vino capace di imporsi anche a livello nazionale (Tre Bicchieri Guida Gambero Rosso).

Premio Vini rossi altre annate

La Selva, Doc Maremma Ciliegiolo 2014

Karl Egger è pioniere della viticoltura biologica che pratica dal 1980. Il suo Ciliegiolo è un vino vibrante e varietale, nonostante l’annata difficile.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.