Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Misericordia di Manciano inaugura una nuova ambulanza in ricordo di Rosella Micca

Più informazioni su

MANCIANO – La Misericordia di Manciano ha inaugurato una nuova ambulanza per l’emergenza-urgenza 118 in memoria di Rosella Micca. A tagliare il sindaco del Comune di Manciano Mirco Morini, il presidente della Misericordia Marcello Santarelli insieme al suo vice Claudio Predella ed ai consiglieri presenti, il vescovo Giovanni Roncari e Don Fabio Menghini padre correttore della Misericordia.

Il nuovo mezzo, un Fiat Ducato, è entrato a far parte del parco macchine che la Misericordia di Manciano possiede; 6 ambulanze, 4 mezzi attrezzati Fiat Doblo per trasporto disabili, 4 auto di servizio Fiat Punto e un Pick-up attrezzato per i servizi di Protezione Civile. Spiega Marcello Santarelli governatore della Misericordia: «Con l’acquisto di questa nuova ambulanza continua il potenziamento ed il rinnovo sempre costante del nostro parco automezzi in particolare quelli adibiti al servizio emergenza-urgenza 118 in convenzione con la Asl Sud-Est per il Comune di Manciano, Pitigliano e Scansano. Mezzi che nel loro complesso eseguono oltre 5 mila servizi di trasporto sanitario e sociale percorrendo circa 520 mila chilometri annui sulle strade della nostra provincia e non solo».

«L’efficienza e la piena funzionalità operativa di questi mezzi – continua Santarelli – è di vitale importanza per la nostra Associazione che deve dare una sempre più pronta risposta alle esigenze dei cittadini del Comune di Manciano e non solo». Il presidente ringrazia poi il Comune di Manciano «per la sua vicinanza e la sempre pronta disponibilità verso la nostra associazione, la Banca Tema che ci sostiene da sempre, il vescovo Giovanni Roncari che ha presenziato questa cerimonia e tutti i nostri 3 mila soci che con il loro importante contributo annuo permettono a questa Misericordia di poter continuare ad essere un punto di riferimento per tutta la nostra comunità e non solo».

Conclude Santarelli «oggi è per noi un momento di festa ma non bisogna dimenticare le numerose famiglie in difficoltà economica che non riescono a pagare i viaggi sanitari che non sono certificati dalla ASL, pertanto a pagamento, per visite e lunghe terapie verso gli ospedali di Grosseto, Siena e Firenze».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.