Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Portargentario: cresce il progetto e le crociere diventano una risorsa per la Maremma

MONTE ARGENTARIO – Tempo di resoconti e bilanci per l’attività di PortArgentario, il progetto di sviluppo dei traffici e di promozione del territorio dell’Argentario e dintorni a livello internazionale promosso dal Comune di Monte Argentario.

“PortArgentario”, è ormai una realtà, nato nel 2015 sul Promontorio come iniziativa collegata al turismo nautico con particolare riferimento alla crocieristica, in collaborazione con l’Autorità Portuale Regionale Toscana, e aperta alle comunità limitrofe, ad oggi, ha raccolto l’adesione di altri Comuni (Siena, Grosseto, Orbetello, Isola del Giglio, Capalbio, Castiglione della Pescaia, Manciano, Pitigliano, Roccalbegna ) ed il partenariato di Enti ed Associazioni di categoria di rilievo (Toscana Promozione Turistica, Camera di Commercio Maremma e Tirreno, Banca Tema).

Al termine, dunque, dell’estate e di una significativa stagione di lavoro per PortArgentario l’amministrazione comunale esprime soddisfazione per i risultati raggiunti finora. Analizzando i dati ufficiali depositati presso le Autorità Marittime locali si rileva che, partendo da un numero complessivo di scali di navi da crociera all’Argentario, che nel 2015 era di 4 navi, si è passati a 8 scali nel 2016 e, nonostante il piccolo regresso a livello internazionale, prevalentemente dovuto a situazioni geopolitiche generali, come rivelano i dati dell’Italian Cruise Day 2017, si sono mantenuti 7 scali nel 2017.

Grazie poi all’impegno di tanti ed al costante lavoro di sensibilizzazione e collaborazione con gli altri soggetti aderenti, PortArgentario si sta consolidando e, quando saranno meglio strutturati i rapporti di collaborazione con gli operatori commerciali e turistici, il cui apporto è assolutamente indispensabile per un omogeneo sviluppo, si potranno sicuramente raggiungere degli ottimi traguardi. Tra l’altro il fenomeno economico del crocierismo è abbastanza facile da “governare” in quanto, potendo contare con largo anticipo (almeno uno o due anni) sulle date degli scali che vengono prenotati dalle Compagnie, si possono creare e programmare gli interventi anche per eventi e manifestazioni locali che possono rendere sempre più appetibile il nostro territorio sul mercato internazionale.

Da evidenziare quanto si siano rivelate utili e fruttuose le partecipazioni ad una serie di eventi internazionali. Le missioni dei rappresentati di PortArgentario a Seatrade Europe 2016 e 2017 di Tenerife ed Amburgo, agli incontri organizzati da CLIA, l’associazione internazionale dei porti e delle compagnie di navigazione a cui il progetto aderisce, all’Italian Cruise Day 2017 di Palermo e, quali osservatori ufficialmente invitati, a Tolone, all’assemblea generale di MedCruise, la più grande associazione di porti crocieristici mediterranei, sono riusciti a creare una serie di contatti e collaborazioni che hanno già fatto pervenire ben 12 prenotazioni di scali per il 2018 e prenotazioni delle più prestigiose compagnie di navigazione per il 2019.

Inoltre, la positiva sinergia stabilita con il porto di Livorno ed i suoi rappresentanti ufficiali (Autorità Portuale e società Porto di Livorno 2000) consentirà anche di essere presenti al Seatrade Global 2018, a Miami, con un video in cui saranno promossi tutti i porti della Toscana, compresi quelli dell’Argentario. Ottimi e fattivi rapporti sono stati avviati anche con il porto di Civitavecchia.

Infine, l’organizzazione di PortArgentario ha esteso la sua attività verso il turismo nautico collegato ai superyachts, il cui afflusso verso le nostre coste ha conosciuto un grande incremento, con la creazione dei necessari servizi legati ai punti di security portuale, necessari secondo le norme e le richieste di mercato, lasciando agli operatori privati il compito di sviluppare i traffici, peraltro poco programmabili in quanto principalmente legati alle esigenze e richieste dell’ultimo momento, da parte di un’utenza in prevalenza straniera, ma che ugualmente richiede professionalità ed impegno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.