A Gavorrano il Pd riparte con Tonini: la sfida più importante è quella della amministrative

Più informazioni su

GAVORRANO – Fabrizio Tonini, 29 anni, laureato in architettura è il nuovo segretario dell’unione comunale del Pd di Gavorrano (nella foto Fabrizio Tonini con Monica Cirinnà).

Coordinatore nel 2016 del comitato gavorranese per il sì al referendum costituzionale, segretario del circolo della sua frazione di origine, Casteani, negli ultimi 4 anni ha fatto parte della segreteria comunale guidata da Luca Gabrielli.

Sostenitore di Renzi fin dalla prima ora, ma aperto al dialogo e al confronto, racchiude nel sua DNA la volontà a costruire un percorso di coinvolgimento e protagonismo per quanti iscritti o simpatizzanti al Pd credono.

Nel suo documento programmatico portato alla discussione nei circoli di Casteani, Bagno, Gavorrano, Filare, Caldana Bivio di Ravi e Giuncarico, il nuovo segretario ha indicato i temi e gli obiettivi che si appresterà a proporre agli iscritti PD e alla società gavorranese, per un dibattito che sia utile alla ripresa economica, sociale e culturale del comune di Gavorrano. Già giovedi 26 ottobre è convocata la prima unione comunale di insediamento degli eletti, dove il segretario comunicherà la composizione della nuova segreteria e avvierà la discussione da subito sui temi cruciali per Gavorrano.

«I temi principali – si legge nella nota del Pd gavorranese – che ci attendono sono in primis l’urbanistica, con l’adeguamento del piano strutturale datato 2007 e del regolamento urbanistico ormai privo della sua efficacia dal 2014 e bisognoso di un rilancio, capace di superare la grave crisi sofferta dall’edilizia in questi anni: recupero dell’esistente, soluzioni a piccole ma importanti necessità sono alcune delle questioni da affrontare».

«Altro obiettivo prioritario è una azione concreta che tenda a qualificare ed estendere Turismo e Cultura, che nel comune di Gavorrano possono coniugarsi e realizzarsi nel rovesciare una politica che ad oggi vede in sofferenza le nostre opportunità ad iniziare dal Parco minerario e teatro delle rocce».

«Nei propositi del nuovo segretario dell’unione comunale c’è inoltre spazio per accelerare una discussione, già avviata nel territorio, che abbia al centro lo sviluppo economico, industriale e agricolo di un intero comprensorio, che coniughi l’innovazione in campo agricolo e il turismo, con lo sviluppo industriale».

«Fusione dei comuni, rapporti con le associazioni di volontariato e categoria, nuove elezioni comunali, giovani e lavoro rappresenteranno i reali impegni per il PD che Tonini intende, come dichiarato nei recenti congressi, affrontare in uno spirito collaborativo e di coinvolgimento con tutti i soggetti economici e sociali che operano nel territorio».

Più informazioni su

Commenti