Quantcast

Simona conquista la Maremma: è il primo maestro artigiano donna foto

GROSSETO – Il diploma di maestro artigiano toscano è solo un punto di partenza per Simona Caputo, titolare a Grosseto della bottega Sian Handmade che si occupa di bomboniere e articoli da regalo e presidente del gruppo artigianato artistico di Confartigianato Imprese Grosseto.

E’ la prima donna in assoluto insignita di questo riconoscimento in provincia di Grosseto. Un risultato ottenuto grazie all’eccellenza raggiunta nel suo lavoro, che ora si impegna a mettere a disposizione di chi voglia seguire le sue orme per mettere a frutto la propria passione e il proprio talento artigiano. Un percorso che non può che trovare il pieno sostegno dell’associazione.

«Simona – ricordano Giovanni Lamioni e Mauro Ciani, presidente e segretario generale di Confartigianato Imprese Grosseto – è una dirigente di primo livello della nostra associazione e una carissima amica. Siamo felicissimi per il riconoscimento che le è stato tributato e che rappresenta il giusto premio alla passione e alla professionalità che mette nel suo lavoro. Questo, assieme al talento che rappresenta una qualità indispensabile, fa la differenza. E siamo orgogliosi anche del suo impegno nella formazione delle giovani generazioni. Troverà sempre il sostegno di Confartigianato».

Simona Caputo da oltre dieci anni è titolare di Sian Handmade, bottega di artigianato artistico, bomboniere e articoli da regalo che ha sede nel centro di Grosseto: un punto di riferimento nel settore, come dimostrano i tanti clienti per i quali si è occupata degli allestimenti in occasione di matrimoni, lauree, battesimi o comunioni utilizzando prodotti rigorosamente Made in Italy. Ma non solo. Perché Simona Caputo lavora anche come organizzatrice di eventi e wedding planner, è consulente, partecipa alle principali fiere e presto sarà impegnata nell’organizzazione di un corso per insegnare il mestiere ai più giovani.

«Mi auguro che questo diploma di maestro artigiano – dice Simona Caputo – possa fare da esempio per gli imprenditori artigiani che vogliono intraprendere questa strada. Servono passione e perseveranza, perché tutto può cambiare in un istante. Purtroppo l’artigianato artistico e manuale viene preso poco in considerazione: sono in pochi a operare in questo comparto e per avere soddisfazioni occorre attendere. Per questo consiglio di non scoraggiarsi mai, perché i risultati prima o poi arrivano».

Simona Caputo ce l’ha fatta. Ma non si ferma certo qui. «Ringrazio la mia associazione – dice – perché mi ha sempre supportato nella mia attività con funzionari qualificati, in particolare Sandra Petrucci. E dedico questo riconoscimento al mio presidente Giovanni Lamioni e al segretario Mauro Ciani. E’ un riconoscimento che mi impegna anche nel proseguire il mio percorso: voglio formare i ragazzi che abbiano la passione e il talento per lavorare in questo settore. Presto organizzerò un corso, che partirà nei prossimi mesi. Desidero che la mia esperienza sia un trampolino di lancio per altri artigiani». E chissà che così la Maremma non possa vantare, in un futuro non troppo lontano, altri maestri artigiani.

Commenti