Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Servizio civile, anche la Caritas apre le porte ai giovani: ecco come candidarsi

Più informazioni su

GROSSETO – C’è anche la Caritas diocesana tra gli enti presso i quali 1764 giovani fra i 18 e i 29 anni potranno svolgere un periodo di otto mesi di servizio civile.

Dal 28 settembre, infatti, è attivo il bando della Regione Toscana, nell’ambito del progetto Giovanisì. I termini per fare domanda scadono il 27 ottobre.

Caritas diocesana ha a disposizione 8 posti per accogliere giovani pronti ad impegnarsi nei vari ambiti in cui la Chiesa di Grosseto manifesta la sua prossimità verso vecchie e nuove forme di povertà, di marginalità, di disagio. Anche in questo periodo 8 ragazzi grossetani stanno vivendo questa intensa esperienza, che li vede confrontarsi ogni giorno con i servizi della mensa, del centro di accoglienza, della Bottega della solidarietà di via Pisa, con la vicinanza ai minori accolti nell’Istituto santa Elisabetta e con persone diversamente abili del centro Noi Insieme. Esperienza che potranno vivere anche i giovani che saranno selezionati attraverso questo nuovo bando.

I ragazzi interessati possono contattare il vice direttore di Caritas, Luca Grandi, presso la sede di via Alfieri 11, a Grosseto, oppure telefonando al numero 0564 28344 (dal lunedi al venerdi dalle 9 alle 12.30) o, infine, inviando una email a serviziocivile@caritasgrosseto.org

I giovani selezionati percepiranno un contributo mensile di 433,80 euro.

Possono presentare la propria candidatura i giovani che, alla data di presentazione della domanda, siano regolarmente residenti in Italia; in età compresa fra i 18 e 29 anni (compiuti); inoccupati, inattivi o disoccupati; in possesso di idoneità fisica. Non possono presentare domanda coloro che abbiano già svolto o stiano svolgendo il servizio civile (regionale o nazionale) o che abbiano avuto nell’ultimo anno e per almeno sei mesi rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo con l’ente che realizza il progetto.

La domanda, corredata dal curriculum vitae (datato e firmato in forma autografa) può essere presentata esclusivamente on-line, collegandosi al sito sito https://servizi.toscana.it/sis/DASC.
E’ possibile compilare la domanda attraverso due modalità alternative: collegandosi al link tramite carta sanitaria elettronica rilasciata da Regione Toscana e un lettore smart card; oppure accedendo al link senza carta sanitaria e seguendo le istruzioni per la compilazione.

Una volta inviata la domanda, il giovane riceverà, all’indirizzo di posta elettronica indicato in fase di presentazione della candidatura, una mail di conferma dell’invio della domanda e conseguente ricezione della stessa da parte dell’ente titolare del progetto selezionato.

“Invitiamo i giovani del nostro territorio a cogliere l’opportunità che viene da questo bando – commenta Luca Grandi – perché gli 8 mesi di servizio civile in Caritas sono un’esperienza umanamente molto formativa. Lo dimostra il fatto che, negli anni, i tanti ragazzi che hanno vissuto questo servizio con noi sono rimasti molto legati a Caritas, alcuni di loro hanno continuato e continuano come volontari, perché il contatto diretto con la povertà incarnata nei volti di tante persone abbassa le nostre difese, ci aiuta a guardare all’altro con occhi nuovi e ci rende più consapevoli che ognuno può fare la sua parte per rendere la vita di tutti più dignitosa”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.